Fisco, stangata per 4 milioni di italiani: l’operazione parte questo settembre

Il Fisco è pronto ad operare durante questo mese di settembre. Infatti 4 milioni di italiani sono chiamati a pagare le tasse arretrate. 

Fisco
Foto sito Agenzia Entrate

A settembre sono oltre quattro i milioni di italiani chiamati a pagare le tasse arretrate, in una nuova operazione del Fisco italiano. Infatti l’Agenzia delle Entrate è pronta ad inviare le cartelle esattoriali a tutti coloro che hanno debiti arretrati nei confronti della Pubblica Amministrazione.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Reddito di Cittadinanza, che sorpresa: arriva il triplo pagamento!

La data in cui è scaduta l’ultima proroga allo stop dei pagamenti è il 31 Agosto. Infatti ci aveva pensato un decreto ad hoc dello scorso 30 giugno ad impostare quest’ultima proroga. Quindi dallo scorso 1 settembre l’Agenzia delle Entrate è nel pieno delle funzioni per inviare le cartelle esattoriali agli italiani. Andiamo quindi a vedere come si svolgerà la prossima operazione dell’Agenzia delle Entrate.

Fisco, l’Agenzia delle Entrate prepara le cartelle esattoriali: sanzioni per 4 milioni di italiani

Fisco
Le scadenze del fisco previste ad agosto 2021 (Getty Images)

Il Fisco aveva deciso per uno stop ai pagamenti a causa della grave crisi pandemica che ha influenzato anche l’economia nazionale. Infatti sia il governo Conte Bis che quello di Draghi avevano optato per l’interruzione proprio come misura di sostegno economico per le Partite IVA. Stando alle prime indiscrezioni, il Fisco conta ben 50 milioni di cartelle esattoriali da inviare nei prossimi mesi ai cittadini italiani.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Bonus elettrodomestici, chi ne ha diritto: cosa c’è da sapere

In totale questi 50 milioni di cartelle esattoriali vede coinvolte ben 9 milioni di persone. Ma le cifre per questa seconda parte dell’anno potrebbero essere leggermente inferiori. Fino a dicembre l’Agenzia delle Entrate dovrebbe inviare soltanto 4 milioni di cartelle esattoriali ai cittadini. Le restanti comunicazioni arriveranno entro i primi mesi del 2022. Inoltre le spedizioni saranno completate avvalendosi del sistema logistico delle Poste Italiane.