Famosi crackers ritirati dal mercato: grave rischio per la salute

Il Ministero della Salute ha fatto sapere che dei crackers molto famosi sono stati ritirati dal mercato: grave rischio per la salute.

crackers ritirati
Lo snack in tavola (via social)

Il Ministero della Salute aggiorna costantemente la lista dei richiami dei prodotti alimentari. “Gli operatori del settore alimentare (OSA) hanno l’obbligo di informare i propri clienti sulla non conformità riscontrata negli alimenti da essi posti in commercio e a ritirare il prodotto dal mercato”, si legge sul portale ufficiale.

Siamo anche su Telegram: seguici per tutte le novità!

Inoltre, nella sezione dedicata si specifica che “sono autentici e assolvono agli obblighi di informazione ai consumatori soltanto i richiami e loro revoche pubblicati nel portale del Ministero della Salute”. Nelle ultime ore, ad esempio, sono stati ritirati alcuni crackers molto famosi a causa della presenza di corpi esterni. In questi snack, infatti, c’è un alto potenziale di rischio chimico. Scopriamo adesso di quali crackers si tratta nello specifico.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Yogurt molto famoso ritirato dal mercato: potresti averlo in frigo

Crackers ritirati: di quali si tratta

 

crackers ritirati
Alcuni crackers (via social)

Il Ministero della Salute ha fatto sapere che questo snack è stato ritirato per la presenza di corpi estranei. Un esame a campione, infatti, ha evidenziato questa problematica molto seria per la salute dei clienti. A tal proposito, quindi, il Ministero ha provveduto all’immediato ritiro del prodotto per un alto potenziale di rischio chimico. Si specifica che le persone che hanno acquistato questi snack devono restituirli al punto vendita nel quale hanno effettuato l’acquisto. Di seguito i cracker ritirati dal mercato.

LEGGI ANCHE >>> Gianni Morandi e il tremendo significato di ‘C’era un ragazzo che come me’

CRACKER DESPAR – NUOVA INDUSTRIA BISCOTTI CRICH SPA – CRACKER SALATO SENZA GRANELLI DI SALE IN SUPERFICIE 500gr. Si tratta, quindi, di questi snack per i quali il Ministero ha deciso il ritiro.