Wikipedia sotto attacco hacker: pagine tappezzate di svastiche

Wikipedia ha subito un attacco hacker e le immagini di molte celebrità sono state sostituite da svastiche. 

Wikipedia
Il logo di una delle piattaforme più cercate al mondo (via web)

Wikipedia, nelle ultime ore, ha subito un attacco hacker. Delle svastiche hanno sostituito le immagini di molte celebrità. Le illustrazioni antisemite sono  apparse sulle pagine di alcune star del momento, tra cui Jennifer Lopez e Ben Affleck.

L’Enciclopedia online non ha ancora compreso come sia potuto accadere una cosa del genere. In genere, gli hacker agiscono oscurando intere pagine, dunque anche le modalità stesse dell’attacco sono controverse. Subito dopo, la cancellazione delle immagini, gli articoli sono tornati alla normalità. È bastato ricaricare le pagine interessate per farle svanire. La Wikimedia Foundation, che si occupa di Wikipedia, non ha rilasciato dichiarazioni.

LEGGI ANCHE —> Iliad, novità sulla rete 5G: le città interessate

Attacco informatico a Wikipedia: quali sono i rischi

Wikipedia
La schermata di un telefono (Getty Images)

Un attacco informatico, come quello accaduto a Wikipedia, è un tentativo malevolo e intenzionale realizzato da alcuni individui o da un’organizzazione allo scopo di violare il sistema informativo di un altro soggetto o di una azienda. Solitamente, l’hacker viola la rete della vittima per ottenere qualche tipo di vantaggio, anche attraverso l’indebito ottenimento di dati personali e sensibili.

Spesso gli hacker tentano, ad esempio, di ottenere un riscatto. Tuttavia le minacce informatiche possono nascere anche per altri motivi. Alcuni hacker distruggono sistemi e dati per esercitare una forma di “attivismo digitale“. Nonostante non esista una protezione completa, è possibili ridurre il rischio di attacchi informatici.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —> Volantino Unieuro, le offerte fuori tutto di agosto: sconti fino al 60%

Come per esempio mantenere aggiornato il sistema operativo, poiché gli hacker accedono attraverso i punti deboli nel software. Una di queste misure prevede anche la cancellazione di vecchi sistemi operativi come Windows XP, in quanto non ricevono più alcun aggiornamento. Inoltre è utile verificare annualmente i diritti utente e i cambi di funzione, installare programmi antivirus che siano in grado di riconoscere e bloccare i malware. O ancora usare password intelligenti, eseguire backup regolari dei dati.