Marcell Jacobs, arrivano i complimenti di Bolt: “Oggi l’erede è lui”

Un momento d’oro per Marcell Jacobs dopo le medaglie: arrivano i complimenti dalla leggenda Usain Bolt. L’italiano oggi è il suo erede.

L'atleta Marcell Jacobs (Getty Images)
L’atleta Marcell Jacobs (Getty Images)

Marcell Jacobs ha scritto la storia alle Olimpiadi di Tokyo 2020. Con un tempo di 9 secondi e 80 centesimi è il primo italiano – in tutta la storia delle Olimpiadi – ad aver vinto la medaglia d’oro nei 100 metri. Prima di lui soltanto altri 5 europei erano riusciti a piazzarsi al primo posto. Un risultato sensazionale. L’oro di Jacobs arriva dopo le tre medaglie d’oro consecutive vinte dalla leggenda vivente Usain Bolt: Pechino 2008, Londra 2012 e Rio 2016. Bolt, detentore del record mondiale dei 100 metri piani, 200 metri piani e staffetta 4×100, ha rilasciato un’intervista al Corriere della Sera nel corso della quale ha speso per il nostro Jacobs delle parole che ci inorgogliscono.

LEGGI ANCHE –> Olimpiadi di Tokyo 2020: le 5 curiosità che sicuramente non conoscevi

Marcell Jacobs, i complimenti di Bolt

Usain Bolt (Getty Images)
Usain Bolt (Getty Images)

Nel corso di un’intervista rilasciata da Bolt al Corriere della Sera, Marcell Jacobs ha ricevuto dei complimenti che valgono – mai come questa volta – oro: “Un risultato straordinario per lui: i 100 metri sono la gara più prestigiosa di tutta l’Olimpiade, dare il meglio di sé nella corsa più importante della stagione è certamente un segno di classe. Congratulazioni a lui e all’Italia, che si è presa pure l’oro della staffetta, wow”. La finale dei 100 metri di Tokyo 2020 per Bolt: Ho assistito a una gara apertissima, nella quale non sarei stato in grado di scegliere un vero favorito. Uno sprint di qualità: alla fine tutti e tre i medagliati sul podio hanno fatto il loro personale stagionale”.

LEGGI ANCHE –> Tokyo 2020, Irma Testa è nella storia: prima medaglia per la napoletana

Bolt ammette di non aver mai sentito parlare di Jacobs prima di Tokyo 2020 ma adesso che Marcell è entrato nella storia dice: “Vedo che è fisicamente forte e l’aver saputo migliorare il suo personale in batteria, semifinale e finale indica che è un vero combattente, mentalmente solidissimo“. Il consiglio che gli dà è di godersi il momento, festeggiare il giusto e continuare a lavorare come sta facendo. Infine le parole che, pronunciate da Bolt, significano tanto per Jacobs: Oggi l’erede è lui“.