Asl Napoli Nord 2, sospesi 23 dipendenti no vax

Asl Napoli Nord 2, ventitré dipendenti sono stati sospesi dopo aver rifiutato la somministrazione del vaccino.

asl napoli 2
ASL Napoli 2 nord (Internet)

Da oggi, 23 dipendenti dell’Asl Napoli Nord 2 sono stati sospesi dopo aver rifiutato la somministrazione del vaccino. Dunque, alcuni medici, infermieri e un autista soccorritore rimarranno senza stipendio e si occuperanno di altre mansioni.

Proprio oggi, il governatore della Campania, Vincenzo De luca, nella sua consuetudinaria diretta aveva mostrato una linea dura nei confronti dei cittadini no vax.

“Prendiamoci queste due settimane, dopo di che dovremo prendere misure importanti. Credo sia sbagliato, come fa il Governo, prendere mezze misure che hanno come unico risultato prolungare all’infinito la stazione del Covid. Io non avrei dubbi su una decisione a livello nazionale: rendere obbligatoria la vaccinazione.“, ha dichiarato.

LEGGI ANCHE —> De Luca: “La card della Regione Campania sarà valida come Green Pass”

Asl Napoli Nord 2, quanto durerà la sospensione

asl napoli 2
Una dose di vaccino (Getty Images)

Per tutta la durata dell’emergenza (fissata fino al 31 dicembre), dunque, i 23 dipendenti rimarranno sospesi e non percepiranno alcuno stipendio, sempre che il personale sanitario in questione non decida di adempiere i loro obblighi vaccinali.

Nell’area territoriale di competenza dell’Asl Napoli 2 Nord rientrano un grande numero di città della provincia partenopea. Tra questi alcuni comuni ad alta densità abitativa come Giugliano, Pozzuoli, Caivano ed Acerra oltre che l’intera area flegrea e le isole di Ischia e Procida. 

Anche il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, prende in causa l’Asl Napoli 2 Nord, “Sulle sospensioni saremo rigorosi e inflessibili sul personale sanitario, faremo una verifica anche sul personale privato convenzionato“, ha dichiarato.

Il Governatore, dunque, adotta sempre più una linea di resistenza dura, che può notarsi da anche dalle sue ultime dichiarazioni: “A breve sarà pubblicato un provvedimento con il quale si dispone che la card regionale ha valore di certificazione nella Regione Campania. Chiediamo scusa al Governo nazionale se siamo partiti prima. La card è una certificazione aggiuntiva rispetto al Green Pass perché nella card regionale ci sono le notizie che la Regione comunica al Governo per il Green Pass”.