Die Hard 6 non si farà: addio definitivo al John McClane di Bruce Willis

Die Hard 6 non si farà. La saga del personaggio John McClane ha rivoluzionato il mondo del cinema d’azione: perché l’ultimo film non ci sarà.

Die Hard
Die Hard 6 non si farà

Die Hard è un film che ha rivoluzionato un intero genere, quello del cinema d’azione. Il personaggio di John McClane, interpretato da un Bruce Willis che aveva all’attivo soltanto il ruolo nella serie tv Moonlighting. Era il 1988 quando nei cinema esce Trappola di cristallo, da allora i film d’azione non sarebbero stati più gli stessi. Un poliziotto che si ritrova a fronteggiare da solo una banda di terroristi. Tra una scena di guerriglia in un grattacielo e l’altra, John McClane fa di tutto per coordinare le forze speciali all’esterno dell’edificio.

Siamo anche su Telegram: seguici per tutte le novità!

Una storia che lascia con il fiato sospeso e divenuta una saga cinematografica immortale. Cinque film realizzati finora tra il 1988 e il 2013, accomunati nei titoli originali dall’immancabile Die Hard. Nei mesi scorsi si era parlato molto di un possibile sesto capitolo, le cose da allora sono cambiate parecchio. Quel progetto è stato definitivamente accantonato, ma andiamo con ordine e scopriamo cosa è successo.

LEGGI ANCHE –> Indiana Jones 5: Steven Spielberg dice addio

Die Hard 6 non si farà: niente film “McClane”

Die Hard
Una scena dal primo Die Hard

La sceneggiatura di Die Hard 6 sembra pronta da tempo, il titolo di produzione sarebbe stato “McClane”. Questo film avrebbe approfondito la storia del poliziotto ben prima degli avvenimenti del Nakatomi Palace, muovendosi su due piani temporali contemporaneamente. John McClane sessantenne e al tempo stesso John McClane ventenne, presente e passato si muovono di pari passo. Una storia ambiziosa che avrebbe approfondito lati del personaggio finora nascosti. La sceneggiatura era stata consegnata, poi la produzione ha cambiato idea facendo scivolare l’idea nel dimenticatoio.

LEGGI ANCHE –> Bill Gates e Melinda, annunciato il divorzio: quanto riceverà lei

Ad ostacolare il progetto sembra essere stata l’acquisizione della Fox da parte di Disney. Una fusione che ha portato a mettere in pausa Die Hard 6. Per come era stato pensato mesi fa, non c’è niente da fare. Nessun giovane McClane sul grande schermo. Mai dire mai, certo, ma questa volta sembra davvero impossibile che si possa riprendere a lavorarci su. Un gran peccato per il pubblico, che avrebbe potuto allargarsi ulteriormente lasciando spazio a future storie con l’attore che sarebbe stato scelto per il ruolo del McClane ventenne. Niente Bruce Willis ringiovanito con le tecnologie digitali, questo era stato chiaro fin da subito. Prima di finire in stand-by, il film aveva già trovato un regista. Len Wiseman sarebbe tornato sul set dopo aver diretto il quarto Die Hard.