Apple, la società si tutela contro le fughe di notizie

La compagnia americana Apple lancia le contromosse per tutelare i propri prodotti. L’obiettivo è stanare la fuga di notizie.

Apple
La società promette battaglia contro i leakers (Getty Images)

In italiano lo chiameremmo spione mentre oltreoceano la parola usata è leaker. Si tratta di una persona che rivela o diffonde indiscrezioni riguardo alcuni soggetti o prodotti. Nel mondo informatico queste notizie sono molto preziose, perché permettono di sapere in anticipo le novità su di un particolare prodotto.

Leggi anche-> WhatsApp, svolta decisiva per gli utenti: ora è possibile farlo

Non sempre però le società coinvolte lo apprezzano. È quanto succede alla Apple, che in vista del lancio dei suoi prossimi prodotti intende stanare questa fuga di notizie. La compagnia americana ha infatti spiegato che questa pratica può rivelarsi dannosa, svilendo la curiosità degli utenti oltre che diffondendo notizie false.

Apple, guerra aperta ai leakers

Apple
Il rischio è di perdere molti potenziali clienti (Getty Images)

L’ultimo danno occorso al colosso di Cupertino riguarda il lancio del futuro Iphone 13. Nonostante la sua presentazione sia fissata per il mese di settembre, buona parte delle sue caratteristiche è già stata resa nota. Un danno enorme, visto che l’attenzione dei futuri compratori potrebbe spostarsi verso altri prodotti. Per questo motivo l’azienda ha deciso di tutelarsi, anche passando per le  vie legali.

Leggi anche-> ho Mobile, nuova super offerta: info e costi d’attivazione

Il primo ad essere colpito è stato un leaker cinese, reo di aver diffuso in rete immagini e dettagli relativi al nuovo smartphone in cantiere. Nei suoi confronti è stata inviata una lettera nella quale si spiegano i provvedimenti che l’azienda intende adoperare da qui ai prossimi eventi futuri. Le indiscrezioni, come riporta la stessa società, potrebbero essere fuorvianti e non fedeli alle effettive caratteristiche dei prodotti. In più le specifiche potrebbero essere soggette a modifiche ed in tal caso si rischia di deludere le aspettative degli utenti. Infine vengono danneggiate anche le aziende che producono gadgets ed oggetti per smartphone: una notizia che si riveli errata può comportare la produzione di componenti sbagliati, che si rivelano inutilizzabili ed invendibili.