Ischia, disco bar chiusi: violate le norme anti Covid nei locali

Ischia, la polizia chiude i disco bar per la violazione delle norme anti Covid. Assembramenti non consentiti: le zone di movida sull’isola.

Ischia
Discoteca (Getty Images)

Ischia, controlli e sanzioni nei luoghi della movida isolana. La Polizia di Stato nella serata di ieri ha effettuato i controlli in zona Porto, in particolare sulla Riva Destra. Questa è infatti il simbolo della vita notturna ischitana. L’intervento degli agenti del commissariato locale ha portato alla chiusura dei locali notturni.

LEGGI ANCHE –> Vesuvio, rave party a quota mille: blitz nella notte e fuga improvvisa 

Si tratta di due disco bar, dove la Polizia ha scoperto assembramenti e un sovraffollamento in violazione delle norme anti Covid. La chiusura decisa è di cinque giorni, i titolari sono stati denunciati ed è stata comminata una sanzione amministrativa. In precedenza, alcune settimane fa, i due locali erano già stati chiusi. Il motivo ancora quello degli assembramenti non consentiti. La recidività comporta adesso il rischio chiusura per trenta giorni.

Ischia, disco bar chiusi: violazione norme anti Covid

Ischia
Isola di Ischia (Pixabay)

Ischia è stata tra le prime isole al mondo a divenire Covid free grazie alla campagna di vaccinazione organizzata dalla Regione Campania. Un traguardo raggiunto – come spiegato dallo stesso Comune – con l’immunizzazione l’80% della popolazione vaccinabile: l’isola è un territorio sicuro. Cosa succede allora con i turisti? Rispetto alle richieste che giungono numerose al comune di Ischia di eventuali restrizioni per chi sbarca sull’isola (tampone, seconda dose vaccino o altro), si comunica che non ci sono restrizioni diverse da quelle previste dalle normative nazionali e regionali.

GUARDA QUI –> Reggia di Caserta, si gira la famosa fiction Rai: ecco le riprese

Al momento, dunque, per gli spostamenti nazionali non ci sono restrizioni, mentre per i turisti in arrivo dall’estero è necessario rispettare quanto previsto dal Ministero della Salute per gli ingressi in Italia dai vari Paesi. L’isola non prevede restrizioni ulteriori, ma l’obbligo di mascherina anche all’aperto, il divieto di assembramento e di vendita di alcolici dopo le 22 restano validi (per ordinanze nazionali e regionali).