Grumo Nevano, plafoniera cade ed uccide 60enne: tragedia in provincia

Tragedia a Grumo Nevano in provincia di Napoli. Un uomo di 60 anni è morto dopo la caduta di una plafoniera: i dettagli dell’incidente.

Grumo Nevano
Tragedia nella provincia napoletana (via Getty Images)

Una vera e propria tragedia ha scosso Grumo Nevano, in provincia di Napoli, dove un 60enne ha perso la vita. Infatti l’uomo è stato vittima di una plafoniera che ha ceduto ed è caduta sul suo corpo, recidendo l’arteria brachiale. L’incidente ha causato un’emorragia devastante che ha spezzato la vita del 60enne. Stando alle prime indiscrezioni, l’uomo era all’interno di un capannone per effettuare un sopralluogo.

POTREBBE INTERESSARTI >>>

Un pezzo di vetro avrebbe traforato il braccio dell’uomo arrecando gravi danni allarteria brachiale. Poco fa le forze dell’ordine avrebbero rivelato l’identità dell’uomo. Il suo nome è Giovanni Di Bernardo che dopo l’incidente ha lasciato una moglie ed i suoi due figli. Al momento dell’incidente l’uomo era solo, visto che il fratello era già andato dopo il sopralluogo. Adesso le forze dell’ordine hanno messo sotto sequestro il capannone, per svolgere le indagini sulla morte del 60enne.

Grumo Nevano, plafoniera recide l’arteria brachiale del 60enne: si indaga sulla morte

Grumo Nevano
Tragedia durante un sopralluogo nel napoletano (via Getty Images)

Giovanni Di Bernardo era all’interno del capannone con il fratello, proprio per svolgere un sopralluogo. Infatti in pochi giorni sarebbero dovuti iniziare i lavori all’interno dello stabilimento. Improvvisamente però una plafoniera ha ceduto facendo perdere la vita all’uomo di 60 anni. Per questo motivo la Procura di Napoli ha sottoposto a sequestro il capannone, con il magistrato che ha anche disposto l’autopsia.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Covid, proseguono le vaccinazioni: immunizzato il 60% degli italiani

L’obiettivo degli inquirenti è proprio capire cosa abbia fatto cedere la plafoniera, facendo quindi chiarezza sulla morte di Giovanni Di Bernardo. L’uomo originario di Frattamaggiore è rimasto solo al momento dell’incidente e quindi si cercherà di capire anche se ci sia una responsabilità di terzi. Intanto Frattamaggiore piange la scomparsa del 60enne che ha lasciato una moglie e due figli.