PosteMobile, nuova offerta con bonus di giga: tutti i dettagli

PosteMobile lancia una nuova offerta disponibile per i nuovi clienti. Nel pacchetto presenti anche un bonus di giga per il traffico online.

PosteMobile
PosteMobile lancia una nuova offerta (via web)

Fino a domani 11 luglio l’operatore PosteMobile mette a disposizione di tutti coloro che acquisteranno una nuova SIM. L’offerta è valida sia con che senza la portabilità del numero. Il nome dato è Creami WOW 60 GB, disponibile per un costo pari a quasi 7 euro mensili.

Leggi anche-> Tim, due nuove offerte a partire da 5.99 euro: i dettagli

E le novità non sono finite qui, come testimonia il recente cambio di rete sulla quale l’operatore si appoggia. Infatti, dal 24 giugno è Vodafone a fornire la rete al gestore che fa capo a Poste Italiane. Una scelta che permette una maggiore velocità di connessione seppur non ai livelli europei.

PosteMobile, cosa propone la nuova offerta

PosteMobile
Disponibili anche 60 giga di traffico (Foto di Pexels da Pixabay)

I nuovi clienti potranno usufruire di minuti e messaggi illimitati, oltre a 60 Giga di navigazione online. La velocità massima disponibile è il 4G ad un costo, come detto, di 6.99 euro. Per attivarla sarà necessario sborsare 20 euro, con 10 euro inclusi come prima ricarica. Il costo della SIM è invece nullo. L’offerta base prevede circa 10 giga di traffico ma, entro 24 ore dalla sua attivazione, ne verranno aggiunti 50 come bonus. C’è tempo però per attivarla fino all’11 luglio.

Leggi anche-> Playstation, annunciato il nuovo State of Play: data e ora dell’evento

Come è noto, questa offerta riguarda uno dei tanti operatori virtuali. Sotto questa denominazione rientrano coloro che forniscono servizi di telefonia, senza però usufruire di infrastrutture fisiche di sua proprietà. Nel nostro paese occupano l’8 per cento del mercato della telefonia, con Poste che fa la parte del leone rappresentando la metà della quota. Attualmente sono cinque i possessori di infrastrutture fisiche in Italia: il primo è stato Tim nel 1995, seguito a pochi mesi di distanza da Vodafone. Successivamente sono arrivati Wind e 3 che, con la fusione eseguita di recente, hanno lasciato spazio ad Iliad. L’operatore francese sta completando le operazioni di installazione sulle linee rimaste libere.