Terra dei Fuochi, controlli tra Napoli e Caserta: 931 persone identificate

Continuano i controlli delle forze dell’ordine nella Terra dei Fuochi. Sono 931 le persone identificate tra Napoli e Caserta: 4 sanzioni. 

Terra dei Fuochi
Operazione dei militari dell’esercito italiano tra Napoli e Caserta (via Screenshot)

Operazione interforze nella Terra dei Fuochi, dove i militari hanno controllato il territorio tra Napoli e Caserta. Infatti il raggruppamento “Campania” dell’Esercito Italiano su base Reggimento Cavalleggeri “Guide” hanno prestato 385 servizi di pattuglia, riuscendo ad individuare anche un mini rogo. Inoltre i militari hanno identificato 931 persone e 4 di queste sono state sanzionate.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Napoli, tensioni e scontri tra tifosi dell’Italia e Polizia nella notte

Sempre durante l’attività di controllo del territorio, i militari hanno controllato 768 veicoli controllati con due sequestri. Inoltre in totale le forze dell’ordine hanno recapitato sanzioni per un totale di 4.058,00 euro. Andiamo quindi a vedere il report della prefettura sulle attività nell’area Terra dei fuochi.

Terra dei Fuochi, operazioni tra Napoli e Caserta: controlli su tutto il territorio

Terra dei fuochi
Operazione dei militari tra Napoli e Caserta (via Carabinieri di Napoli)

Durante la scorsa settimana le forze dell’ordine hanno intensificato i controlli specialmente durante sabato 10 luglio. Infatti i militari hanno controllato il territorio per lo sversamento e roghi illeciti di rifiuti, nelle località di Napoli e Caserta. A mettersi in azione, nello specifico, ci ha pensato la squadra Raven dell’Esercito Italiano. Per quanto riguarda il controllo a Napoli ci ha pensato la Polizia Municipale di Giugliano, mentre invece a Caserta sono entrati in azione i carabinieri di Mondragone, Cancello Arnone e di Grazzanise.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Giugliano, spaventoso incidente: auto trafitta dal guardrail

Queste attività si aggiungono ai settimanali Action Day. Così le forze dell’ordine hanno continuato le operazioni di contrasto del fenomeno dei roghi nella regione Campania nell’ambito della cabina di regia della “Terra dei Fuochi”. A coordinare le operazioni ci hanno pensato le prefetture di Napoli e Caserta. Continuano quindi le attività di controllo del territorio, anche per evitare i casi di smaltimento di rifiuti tossici.