Italia-Belgio, l’arbitro è stato arrestato: cosa ha fatto

Ad arbitrare Italia-Belgio ci sarà Slavko Vincic. L’arbitro fu vittima di un arresto a causa di un blitz della polizia: andiamo a vedere cosa successe.

Italia Belgio
L’arbitro impegnato ad Euro 2020 (via Getty Images)

Manca poco al quarto di finale di Euro 2020 tra Italia e Belgio, partita che sarà arbitrata da Slavko Vincic. Tra i protagonisti del match dell’Allianz Arena c’è proprio il direttore di gara, protagonista di un episodio a dir poco singolare avvenuto nel 2020. Non stiamo parlando delle vicende giudiziarie avvenute in Bosnia Erzegovina, dal quale lo sloveno è uscito assolutamente pulito.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Calciomercato Napoli, arriva l’annuncio del giocatore sul suo futuro

Ma nemmeno si sta parlando del suo connazionale e capo della UEFA, Aleksandar Cefarin. Infatti in molti spesso sono soliti dubitare sulla reale bravura dell’arbitro, insinuando che venga mandato avanti proprio da Cefarin. Andiamo quindi a vedere cosa successe a Slavko Vincic durante lo scorso anno.

Italia-Belgio, arbitrerà Slavko Vincic: nel 2020 fu arrestato per spaccio di stupefacenti e tanto altro

Italia Belgio
Slavko Vincic in azione durante Euro 2020 (via Getty Images)

L’episodio che ha coinvolto Slavko Vincic è curioso quanto tremendo. Infatti lo scorso anno l’arbitro sloveno fu vittima di una retata della polizia. In quell’occasione Vincic era ospite ad un ranch a Suho Polje piccolo centro vicino a Bijeljina, Repubblica serba della Bosnia Herzegovina. In quell’occasione la polizia arrestò ben 35 persone con l’accusa di spaccio di stupefacenti, traffico d’armi e prostituzione.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Calciomercato Napoli, addio ad un top player: De Laurentiis fissa il prezzo

Fra le persone fermate era presente anche Vincic. Arrivato in commissariato l’arbitro sloveno confessò di non essere a conoscenza di quanto avveniva all’interno del ranch. Inoltre già dopo poche ore era in viaggio di ritorno dalla famiglia. Durante un’intervista il direttore di gara affermò che quello fu uno degli sbagli più grandi della sua vita. Fortunatamente la vicenda non gli portò nessuna accusa e nessuno strascico nella sua vita professionale, con Vincic che ad oggi è pronto ad arbitrare i quarti di Finale di Euro 2020.