Netflix, introdotta la pubblicità: cosa succede ora

Netflix, il colosso dello streamig sta attuando una vera e propria rivoluzione: verrà introdotta la pubblicità!

Netflix
La piattaforma sta cercando un modo per introdurre la pubblicità (via social)

Netflix è una società statunitense che produce e distribuisce film, serie televisive e vari contenuti d’intrattenimento attraverso un abbonamento a pagamento. L’azienda fondata da Reed Hastings e Marc Randolph nel 1997, si è sempre contraddistinta per la ricchezza di contenuti offerti al pubblico e per la totale assenza di pubblicità durante la visione. Un punto forte cui la società non ha mai voluto rinunciare.

LEGGI ANCHE >>> Amadeus fa impazzire Giovanna di gelosia: cosa ha combinato il conduttore?

L’abbonamento alla piattaforma di Netflix permette infatti di visionare esclusivamente i contenuti proposti, senza dover guardare alcun tipo di pubblicità. Il pagamento offre la possibilità di guardare film e serie tv senza alcun fastidio. Allo stesso tempo però, l’assenza totale di adv, comporterebbe per l’azienda una perdita sostanziosa di circa 10 miliardi di dollari. Un concorrente come Amazon, proprio grazie alla pubblicità, ha incassato nel corso dello scorso anno circa 15 miliardi di dollari. Proprio per questo Netflix sta pensando di proporre i contenuti seguendo il modello di Amazon.

Netflix, come verrà inserita la pubblicità

Netflix
Netflix (Getty Images)

Secondo l’analisi di Marco Montemagno, attraverso la pubblicità, Netflix potrebbe raggiungere ottimi guadagni che al momento mancano. Amazon, Disney plus, Now tv e molte altre piattaforme di streaming stanno ormai crescendo proponendo servizi sempre migliori. Dopo un anno di pandemia, il lockdown ha sicuramente permesso ad una piattaforma come Netflix guadagni molto alti. Ora che la situazione pandemica sembra essere migliorata, dovrà cercare di aumentare le proprie entrate con altri mezzi, primo fra tutti l’inserimento della pubblicità.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Amadeus fa impazzire Giovanna di gelosia: cosa ha combinato il conduttore?

Il costo che comporta la produzione di contenuti sempre nuovi e di buona qualità, dovrà essere bilanciato anche dalle entrate. Nell’arco di quest’anno usciranno infatti circa 70 nuovi film e serie tv originali. Le alternative possono essere diverse. Si potrebbero creare due diversi piani tariffari proponendo ad un costo inferiore l’abbonamento “Netflix Lite”, con l’inserimento della pubblicità. In modo da far scegliere agli abbonati se pagare di più per poter evitare di visionare anche gli adv.