Partita del Cuore, Enrico Ruggeri accusa: “Gli hanno rovinato la vita”

Il cantante Enrico Ruggeri rivolge una dura accusa attraverso un post sulla sua pagina Facebook: “Gli hanno rovinato la vita”

Enrico Ruggeri
Enrico Ruggeri durante l’intervista per la Partita del Cuore

In queste ore Enrico Ruggeri, attraverso la sua pagina Facebook ufficiale, ha deciso di raccontare cosa è accaduto davvero il 25 maggio, il giorno prima della messa in onda della Partita del Cuore. Secondo la versione di Aurora Leone e Ciro Priello, i due attori comici dei the Jackal non hanno partecipato alla partita a causa di alcune uscite infelici del direttore generale della Nazionale Cantanti, Gianluca Pecchini.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Partita del Cuore, Aurora e Ciro dei The Jackal hanno mentito: l’accusa

In questi giorni c’è stato un susseguirsi di accuse e, a seguito delle dimissioni di Pecchini, è seguita anche una querela da parte dell’ex direttore nei confronti dei due comici. Oggi Enrico Ruggeri fa sapere la sua versione dei fatti attraverso un post sul suo profilo social. Di seguito le sue parole.

Enrico Ruggeri racconta la verità: “gli hanno rovinato la vita”

Enrico Ruggeri
Enrico Ruggeri (via Facebook)

Da quello che si legge nel lungo post, Enrico Ruggeri afferma che l’invito ad Aurora Leone era arrivato dalla quadra avversaria. La ragazza ha saputo, durante la cena, che non avrebbe partecipato alla partita a causa della mancanza di cantanti donne nell’altra squadra. L’affermazione che sembra smentire l’accusa della giovane ragazza, è che però la scelta arbitrale è ricaduta proprio su tre donne.

LEGGI ANCHE >>> Elisabetta Gregoraci beccata con Briatore: prove di riavvicinamento?

Ruggeri continua poi asserendo che da ben 40 anni vengono allestiti diversi tavoli di cui uno sempre riservato esclusivamente alla squadra cantanti, per avere la possibilità di riunirsi e rivedersi. Il post continua con un’affermazione che non lascia spazio ad alcun dubbio sulla sua opinione.

“ESCLUDO NEL MODO PIÙ ASSOLUTO che una persona pacata, intelligente ed avveduta come Gianluca Pecchini abbia pronunciato una frase suicida come “non puoi sederti perché sei una donna”! Purtroppo non ero a tavola, mi è stato raccontato di un alterco tra Ciro e un membro dello staff, una deprecabile lite tra DUE UOMINI: non so chi avesse ragione, non c’ero, ma mi è stato detto che si è trattato di un momento molto antipatico da ambo le parti, conclusosi con un “adesso sono cazzi vostri”…relata refero…”
Il cantante non nasconde poi una profonda amarezza per quelle che sono state le conseguenze dell’accaduto che, a detta sua, hanno gettato solo fango su un’iniziativa più che nobile.