Napoli, distrutti i flaconi dei vaccini: cosa succede a fine giornata

Napoli, i flaconi dei vaccini vengono distrutti a fine giornata. Il direttore generale dell’Asl partenopea spiega questa procedura.

Napoli vaccini
Napoli, fiale di vaccini distrutte a fine giornata (screenshot video)

La Regione Campania avanza a passi spediti nella campagna di vaccinazione anti Covid. L’ultimo bollettino (aggiornato alle ore 17 di ieri 28 maggio) riporta i seguenti dati per l’intero territorio regionale: 50.689 vaccinazioni giornaliere, divise in 16.719 prime dosi e 33.970 seconde dosi. La Campania ha utilizzato il 93,21% delle dosi consegnate fino a questo momento. Ma cosa succede ai flaconi dei vaccini una volta somministrate tutte le dosi? I flaconi vengono distrutti a fine giornata con un martello. Cerchiamo di andare nel dettaglio di questa procedura, annunciata e spiegata ai microfoni dell’Ansa dal direttore generale dell’Asl Napoli 1 Ciro Verdoliva.

LEGGI ANCHE –> Meteo, fine settimana meglio del previsto: le previsioni per oggi e domani

Napoli, cosa succede ai vaccini a fine giornata

Napoli vaccini
Vaccino Pfizer (Getty Images)

I flaconi dei vaccini iniettati durante la giornata, al termine dell’ultimo turno, vengono frantumati e gettati in appositi bidoni per i rifiuti speciali. Perché la distruzione dei flaconi che contenevano il vaccino? Questa procedura avviene fin dal 27 dicembre in tutti i centri vaccinali dell’Asl Napoli 1: Mostra d’Oltremare, Capodichino, Stazione Marittima, Fagianeria di Capodimonte e Museo Madre. Il protocollo che tutti i dipendenti impegnati negli hub vaccinali sono tenuti a rispettare mira ad evitare frodi.

C’è il rischio, infatti, che terzi utilizzino questi flaconi vuoti per un uso scorretto e illegale. Per questo motivo a fine giornata il personale si occupa di distruggere ogni flacone utilizzato. Il liquido all’interno viene inattivato con una sostanza, rendendolo così inutilizzabile. Dopodiché si procede a frantumarli con un martello. Infine, il tutto finisce in contenitori rigidi per i rifiuti speciali. In questo modo saranno successivamente smaltiti nel processo riservato ai rifiuti ospedalieri.

LEGGI ANCHE –> Pfizer, via libera per somministrazione dai 12 ai 15 anni: cosa c’è da sapere

Nuovo open day in città

Nuovo open day vaccinale a Napoli. La piattaforma, a partire dalle 20 di ieri sera, ha accolto le prenotazioni della fascia di età 20-39 anni per la giornata di lunedì 31 maggio. Questa volta il vaccino messo a disposizione dalla Asl Napoli 1 non sarà il monodose Johnson & Johnson, ma AstraZeneca. 3800 dosi da somministrate nel corso della giornata (dalle 9 alle 20) nel centro vaccinale hangar Atitech di Capodichino.

Le prenotazioni sono avvenute sulla piattaforma regionale Soresa, compilando i campi richiesti (codice fiscale, numero di tessera sanitaria, mail e numero di cellulare). Lunedì potrà accedere all’open day soltanto chi ha ricevuto l’sms di convocazione. Inoltre, l’Asl raccomanda di rispettare l’orario indicato nella convocazione, così da non creare file o assembramenti.