Harry, il trauma dopo la morte della madre: “Mi drogavo e bevevo”

Il Principe Harry racconta il trauma dopo la scomparsa di Diana: un lungo periodo di alcol e droga. Nuove accuse alla casa reale

Principe Harry
Il Principe Harry (Getty Images)

La conduttrice americana Oprah Winfrey fa parlare di nuovo il Principe Harry e le sue parole fanno ancora una volta il giro del mondo. Il figlio di Carlo e Diana, ormai fuori dalla famiglia reale britannica, racconta come ha vissuto il trauma causato dalla morte della mamma.

La giornalista ha realizzato la serie in streaming The Me You Can’t See su Apple+ dedicata alla salute mentale. Una serie di interviste a personaggi famosi e non su come affrontare i disagi psicologici.

“Bevevo tanto alcol quanto se ne beve in una settimana, mi drogavo anche” ha detto il Duca di Sussex. In particolare il periodo più buio è durato quattro anni, quando aveva dai 28 ai 32 anni.

Poi è cominciata la cura con la terapia di un esperto. È stata Meghan a convincerlo, la donna che ha sposato nel 2018. La decisione arrivò al culmine di una lite con la donna con la quale aveva deciso di passare il resto della sua vita. Per aiutare se stesso e non perderla, decise di entrare in terapia e fu “una rivelazione”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Principe Filippo, Meghan assente ai funerali: il vero motivo

Harry, nuove accuse alla famiglia reale

Harry e Meghan (Getty Images)

Harry ha lanciato nuove accuse alla famiglia a Londra. Dopo la precedente intervista i rapporti tra i Duchi di Sussex che ormai vivono e hanno affari negli Stati Uniti e i reali inglesi, sono sempre più tesi. Dopo le accuse di razzismo rivolte a Buckingham Palace che avrebbero avuto come vittima l’allora fidanzata Meghan, Harry ne lancia altre.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Il principe Harry: “Stavano distruggendo la mia salute mentale”

La mamma, dice, è stata inseguita dai paparazzi fino a morire perché aveva una relazione “con un uomo che non nera bianco“. Meghan non stava bene e aveva insisti suicidi, quei giorni Harry li paragona agli ultimi vissuti dalla madre. Nel sui periodo peggiore, aveva chiesto aiuto alla famiglia ma le risposte erano il silenzio.