L’isola di Capri è Covid free: l’annuncio del presidente De Luca

Capri Covid free, tutta la popolazione dell’isola è stata vaccinata. Ad annunciarlo il presidente di Regione Vincenzo De Luca in visita oggi.

Capri
Il presidente De Luca a Capri

L’isola di Capri “è immunizzata”: ad annunciarlo il governatore della Campania Vincenzo De Luca dalla piazzetta dell’Isola Azzurra prima dell’incontro con i sindaci. Dopo Procida anche la seconda isola del golfo di Napoli ha completato la campagna vaccinale. Toccherà poi a Ischia, la più grande per estensione territoriale e numero di abitanti, “poi Sorrento e il Cilento” ha detto De Luca in vista della stagione turistica. Pertanto ha affermato che gli operatori del settore devono programmare entro maggio per i prossimi mesi estivi.

Per Ischia De Luca ha parlato anche dei tempi con l’isola che sarà immunizzata entro due settimane. Un anticipo dei tempo quindi perché si era ipotizzato di farlo tra un mese. Dopo toccherà alla costiera sorrentina e alle altre località turistiche della regione per dare ossigeno alle attività di ristorazione e alberghiere che hanno patito la pandemia in modo particolare.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Campania, De Luca: “Rischio terza ondata a settembre, no alla movida”

La visita di De Luca a Capri

Capri
De Luca in conferenza a Capri

De Luca non ha parlato solo dei passi avanti fatti nella campagna vaccinale e dell’importante successo con quanto fatto a Capri ma anche dei problemi a causa dei ritardi. C’è infatti il rischio che possa chiudere il centro vaccinale alla Mostra d’Oltremare della Asl Na 1 se entro lunedì non arriveranno le dosi. Continuano quindi le stoccate del governatore che accusa ancora la mancanza di dosi, inviate in un numero inferiore.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Napoli, l’ANM rinnova il parco pullman: arrivano 20 nuovi bus

La regione ha intanto raggiunto i due milioni di vaccinati tra prima e seconda cose. Tra questi sono poco più di 550 mila i cittadini che hanno completato il ciclo. Secondo il bollettino di ieri su oltre 23mila tamponi (molecolari e antigenici) sono risultati positivi 1.382. 43 sono i deceduti, di cui 21 nelle 48 ore precedenti. In totale il numero dei morti sale a 6591.