Coronavirus Campania, il bollettino Regione di oggi 8 maggio

Il bollettino coronavirus della Regione Campania di oggi 8 maggio. I numeri e i dati aggiornati su contagi positivi, morti e guariti.

bollettino Campania
Bollettino Campania 8 maggio

La Campania ha raggiunto il traguardo della seconda isola Covid free: dopo Procida, è stato il turno di Capri. Una meta turistica rinomata in tutto il mondo, simbolo dell’Italia e non solo di questa Regione. La decisione di dare priorità al comparto del turismo e delle isole era stata annunciata già due mesi fa dal presidente Vincenzo De Luca, inizialmente osteggiata dal Governo centrale. Dopo una serie di valutazioni, anche Palazzo Chigi ha riconosciuto l’importanza di immunizzare le isole per salvare la stagione estiva. Ancora una volta, la Regione Campania ha fatto da apripista. I numeri bassi di occupazione delle terapie intensive e il basso tasso di mortalità Covid in relazione alla popolazione permettono di restare in zona gialla.

LEGGI ANCHE –> L’isola di Capri è Covid free: l’annuncio del presidente De Luca

Il bollettino Campania di oggi 8 maggio

bollettino Campania
De Luca in conferenza a Capri

Report vaccinazioni: la Campania ha vaccinato ad oggi 1.492.080 cittadini con la prima dose, 570. 595 hanno ricevuto anche la seconda dose. In totale sono avvenute 2.062.675 di somministrazioni. I dati – resi noti dall’Unità di Crisi regionale – sono aggiornati alle ore 12 di oggi 8 maggio 2021.

Coronavirus Campania, il bollettino di oggi: 1415 positivi, 22.197 tamponi molecolari e 8258 tamponi antigenici, 35 morti (17 deceduti nelle ultime 48 ore, 18 deceduti in precedenza ma registrati ieri), 1889 guariti.

Focus sui positivi: 440 sintomatici e 975 asintomatici. Si ricorda che le definizioni di sintomatici e asintomatici si riferiscono ai soli positivi al tampone molecolare. Il numero totale dei deceduti in Campania dall’inizio della pandemia sale oggi a 6626.

Posti letto di terapia intensiva: 656 disponibili, 122 occupati.
Posti letto di degenza: 3160 disponibili tra posti letto Covid e offerta privata, 1382 occupati.

GUARDA QUI –> Ilary Blasi, frecciata alla Juventus: succede in diretta all’Isola dei Famosi

Il discorso di De Luca a Capri

Il presidente Vincenzo De Luca, in visita a Capri, è intervenuto in conferenza stampa. Ecco i punti principali del suo discorso: “È veramente una bella giornata questa. Abbiamo deciso due mesi fa che era prioritario per noi immunizzare le isole. Ci siamo dati due obiettivi prioritari: immunizzare le isole e immunizzare la città di Napoli entro il mese di luglio. Abbiamo fatto questa valutazione perché sapevamo e sappiamo che il comparto turistico alberghiero deve presentarsi sul mercato mondiale entro il mese di maggio, altrimenti salta la stagione estiva. Era una valutazione di semplice buon senso, mi pare che oggi si siano convinti tutti in Italia che così dobbiamo fare per non regalare milioni di turisti ad altre parti d’Europa e del mondo.

Abbiamo deciso questa scelta e abbiamo raggiunto l’obiettivo. Oggi festeggiamo, dopo Procida, l’isola di Capri Covid free. Tra due settimane la stessa cosa faremo ad Ischia. Dalla prossima settimana procederemo con vaccinazioni di massa, a cominciare dal personale turistico alberghiero sulla Costiera Sorrentina, sulla Costiera Amalfitana, sulla Costiera Cilentana, per essere pronti entro il mese di maggio/inizio giugno ad accogliere milioni di turisti in condizioni di sicurezza. Voglio dirvi con grande sincerità che è una cosa che va al di là dell’isola di Capri e della Campania. Sapete meglio di me che Capri è l’immagine turistica dell’Italia nel mondo, è un brand turistico di valore internazionale. Dunque oggi parte da Capri un messaggio di bellezza e serenità, ma questo messaggio per il mondo intero parte non per Capri o per la Campania, parte anche per Venezia e Firenze, per Milano, Roma, Napoli, parte per la Reggia di Caserta, Pompei, Paestum… Parte per Amalfi e Sorrento, parte per Taormina, parte per tutta l’Italia viva”.

LEGGI ANCHE –> De Luca: “Rischio terza ondata a settembre, no alla movida” 

Un appello per tornare a vivere

“Ci sentiamo in questo momento responsabili per tutto il nostro Paese e per tutti quelli che stanno combattendo per tornare alla vita. Dunque un messaggio di speranza, di bellezza, di serenità, di sicurezza, che vale per noi e vale sempre di più per tutta Italia. Ci sono già oggi tanti turisti. Vi aspettiamo nei prossimi giorni come turisti e come amici dell’Italia. È una giornata di festa e di grande soddisfazione per tutti quanti noi, dobbiamo continuare il nostro lavoro. Vi prego di mantenere comportamenti responsabili perché il Covid non è scomparso. Vi prego di essere prudenti per tornare ad abbracciarci e vivere una vita sociale degna degli essere umani” conclude il presidente De Luca.