LoL Italia, oggetti di scena in beneficenza: come acquistarli

La prima stagione di LoL Italia ha riscosso un successo enorme: gli oggetti usati nel programma potrebbero andare in beneficenza.

LoL Italia
Alcuni degli oggetti usati nella prima edizione di LoL Italia

La prima edizione del programma ha riscosso un successo clamoroso ed inaspettato. All’inizio del mese di aprile, infatti, su Amazon Prime Video è andato in onda il format che ha fatto ridere a crepapelle gli italiani. Un progetto ambizioso e innovativo diventato in pochissimo tempo un vero e proprio tormentone. Sui social, infatti, gli utenti hanno proposto in mille salse diverse le gag dei comici della prima edizione del programma condotto da Fedez e Mara Maionchi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Lol Italia, il cast della seconda stagione: l’anticipazione fa impazzire il web

Un’ondata di entusiasmo e di novità che ha portato all’annuncio della seconda edizione di LoL. Sembrava, infatti, ormai scontato ed infatti attraverso i propri social ufficiali, Amazon Prime Video lo ha reso noto lo scorso 23 aprile.

Un dettaglio da non trascurare è il seguente. Sui siti di acquisti online sono andati a ruba gli oggetti che i comici hanno utilizzato per far ridere i propri avversari. Ma che fine faranno quelli usati proprio sulla scena?

LoL Italia, gli oggetti di scena andranno in beneficenza

LoL Italia
I protagonisti della prima stagione di LOL (via Screenshot)

Nella giornata di ieri, sul canale YouTube di Prime Video è stata caricata una “puntata” speciale del programma chiamata LOL: Chi ride è fuori | Aftershow. Tutto il cast a rapporto in una sorta di intervista tutta da ridere della durata di circa un’ora.

LEGGI ANCHE >>> Massimo Giletti, ritorno in Rai dopo oltre quattro anni: cosa farà

In uno dei contributi preparati dagli editori c’è il riferimento agli oggetti usati in scena dai comici per provare a far ridere gli altri concorrenti della prima edizione. Frank Matano, dopo il video mostrato dalla regia, ha raccontato da dove era nata l’idea del tubo rumoroso. “Da piccolo andavo a trovare i miei nonni negli Stati Uniti e tra i giochi c’era quel coso che mi piaceva e mi faceva ridere”, ha detto. Il conduttore dell’intervista, poi, ha specificato che tutti gli oggetti “saranno messi all’asta da Prime Video ed il ricavato sarà devoluto in beneficenza”. I comici, apprezzando il gesto, hanno applaudito all’iniziativa.