Riaperture: il piano per ristoranti, palestre, piscine, cinema e teatri

Il Governo Draghi deliana il piano nazionale per le riaperture delle attività: da bar e ristoranti, passando per palestre, teatri e cinema.

riaperture
Un ristorante ai tempi del Covid-19 (Getty Images)

Dal mese di maggio si proverà, in Italia, a ripartire. L’idea è quella di tenere d’occhio la curva epidemiologica per poter decidere in che modalità permetterlo. Con l’arrivo del bel tempo, la possibilità dell’organizzazione e la gestione all’aperto favorirà la riapertura. In questo modo, quindi, si riducono le possibilità di eventuale contagio.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Campania, da lunedì cambia tutto!

La priorità del Governo e del premier Draghi resta la saluta. Manca ancora la data in cui si darà il via all’allentamento delle misure di contenimento, ma già si ipotizza uno spostamento del coprifuoco. Attualmente, infatti, è fissato per le 22 ma potrebbe slittare prossimamente a mezzanotte, stando a quanto riferisce l’Adnkronos.

LEGGI ANCHE >>> Banconote rare, valore di migliaia di euro: tutto grazie a un dettaglio

Riaperture, il piano del Governo per ristoranti, palestre, piscine, cinema e teatri

riaperture
Il premier italiano, Mario Draghi (Getty Images)
  • Cinema, teatri e musei

Dal mese di maggio, compatibilmente con la nuova introduzione delle zone gialle, ripartiranno gli eventi culturali in presenza. Si proverà a sperimentare, a livello regionale, anche modalità all’aperto, come avvenuto in altri Paesi. Il ministro della Cultura, Franceschini, ha presentato un protocollo per raddoppiare le capienze che attualmente sono in vigore. L’occupazione dei posti, quindi, sale al 50% del totale, con un massimo di 500 spettatori al chiuso e di 1.000 all’aperto.

  • Palestre e piscine

L’ipotesi è quella di permettere la ripartenza a sole lezioni individuali, ma nelle prossime settimane ci saranno aggiornamenti in tal senso.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Isola dei Famosi, le due concorrenti si odiano: “Faranno scintille”

  • Europei 2021

Nel corso del mese di giugno si potrà tornare allo stadio in occasione della competizione europea. Si apriranno gli impianti al 25% del pubblico sugli spalti.