De Rossi dallo Spallanzani: “Troppi sintomi, ho avuto un mancamento”

Daniele De Rossi, ex centrocampista e capitano della Roma, ha reso noti i dettagli del suo ricovero e le sue attuali condizioni di salute.

De Rossi
L’ex capitano della Roma ricoverato allo Spallanzani (Via social)

Nella giornata di giovedì, l’ex capitano e centrocampista della Roma è stato ricoverato all’ospedale Spallanzani di Roma. Al 37enne hanno diagnosticato una polmonite interstiziale bilaterale causata dall’infezione al Covid-19. Le sue condizioni, però, non sono preoccupanti: la conferma arriva da Francesco Vaia, direttore sanitario della struttura ospedaliera che lo tiene in cura in questi giorni.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Gianni Morandi, svelato un grave danno post incidente: l’annuncio

L’ex calciatore aveva ricevuto la notizia della positività al Covid lo scorso 31 marzo. Si tratta, infatti, di uno primi contagiati all’interno dello staff della Nazionale italiana durante la settimana di Qualificazione ai Mondiali. Nel giorno in cui l’Italia ha affrontato la Lituania (vincendo il match, ndr), ha avuto inizio il focolaio. Stando a quanto riferisce il quotidiano La Repubblica, si conterebbero 27 contagiati complessivi. Sono persone dello staff, ma anche dirigenti, funzionari e addetti sanitari.

LEGGI ANCHE >>> Eboli, chiede l’elemosina e viene picchiato dal branco: indagini in corso

Daniele De Rossi e l’audio dallo Spallanzani

Daniele De Rossi
L’ex centrocampista della Roma (Getty Images)

L’ex calciatore, secondo quanto ha riportato La Gazzetta dello Sport, avrebbe accusato i principali sintomi da positività al Covid: tosse, febbre, dolori. Con il passare dei giorni le cose non sono migliorate, ma anzi hanno portato al ricovero in via precauzionale. La TAC, però, ha evidenziato la polmonite.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> WhatsApp, anche Mark Zuckerberg passa alla ‘rivale’: clamorosa scoperta

In un audio inviato dallo Spallanzani dal calciatore e reso virale sui social, De Rossi ha spiegato le dinamiche del suo arrivo in ospedale. “Avevo troppi sintomi e quando mi sono alzato dalla sedia ho auto un mezzo mancamento”, ha fatto sapere. “Mi hanno detto che non è gravissima (la polmonite, ndr), ma non posso curarla da casa”. Fortunatamente, il personale sanitario ha prontamente individuato il problema iniziando il trattamento per tempo.