Giugliano, interrotta festa alla vigilia di Pasqua: l’operazione dei carabinieri

I Carabinieri interrompono una festa alla vigilia di Pasqua a Giugliano. Arriva la multa per il titolare di un bar ed altre 5 persone: l’operazione.

Giugliano festa Pasqua
Bloccata una festa clandestina a Giugliano (Getty Images)

Nonostante la situazione Covid-19 sia ancora critica in Italia, c’è ancora chi trasgredisce ordinanze e decreti che puntano ad evitare un ulteriore aumento dei contagi. Infatti è proprio il caso dell’episodio di cronaca avvenuto a Giugliano, dove i carabinieri hanno bloccato una vera e propria festa alla vigilia di Pasqua. I partecipanti alla festa clandestina, si erano riuniti in un bar, organizzando un vero e proprio aperitivo in barba a regole e distanziamento sociale.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Incidente tra Lazio e Campania, quattro vittime: tre sono giovani casertani

Inoltre l’intervento è avvenuto nella notte, a coprifuoco inoltrato. Ad intervenire sul posto, infatti, ci ha pensato il corpo dei carabinieri della compagnia di Varcaturo che hanno sanzionato un bar in Via Staffetta. Mentre era in corsa la festa, i militari sono entrati nel locale, multando il proprietario del bar ed altre cinque persone. Mentre invece gli altri partecipanti sono riusciti a scappare. Inoltre i carabinieri hanno imposto la chiusura del locale per cinque giorni.

Giugliano, festa interrotta dai carabinieri: le regole per Pasqua e Pasquetta

sPIONAGGIO DOCUMENTI RUSSIA
I carabinieri colgono i partecipanti in flagrante (via web)

L’interruzione della festa denota come ci sia un rafforzo dei controlli in vista di queste due giornate di festa. Sono drastiche infatti le decisioni di Mario Draghi per i giorni festivi, e comprendono anche le messe e gli spostamenti verso le seconde case. Andiamo quindi a ricapitolare le regole da seguire durante questi due giorni.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Denise Pipitone, il test del Dna dà un primo risultato: i dettagli

  • PRANZO DI PASQUA – Il Governo italiano, inoltre, chiede ai cittadini la massima cautela per quanto riguarda l’accoglienza dei parenti durante il pranzo pasquale. Le visite di parenti ed amici, infatti, dovranno comunque rispettare il distanziamento sociale.
  • MESSA DI PASQUA – A messa si potrà andare nella chiesa più vicina alla propria casa ed ovviamente muniti di autocertificazione. Per il resto continua a vigere la regola che dell’ingresso contingentato del numero di fedeli. Inoltre il segno di pace sarà scambiato da un inchino guardandosi negli occhi.
  • VISITE PARENTI E AMICI – Come riporta il sito del governo, durante i giorni 3, 4 e 5 aprile 2021 sarà consentito una sola volta al giorno, spostarsi verso un’altra abitazione privata abitata della stessa Regione, tra le ore 5.00 e le 22.00. Inoltre lo spostamento sarà concesso solamente a due persone alla volta, che potranno portare con sè i figli al di sotto dei 14 anni.
  • SPORT – L’attività sportiva sarà consentita secondo le regole della zona rossa, ossia nel proprio comune e dalle 5 alle 22, in forma individuale e all’aperto, mantenendo la distanza interpersonale di due metri.
  • GITE E PIC-NIC – Saranno vietate tutte le gite ed i picnic durante queste festività di Pasqua.