Incidente tra Lazio e Campania, quattro vittime: tre sono giovani casertani

Incidente tra Lazio e Campania sulla Casilini. I tre ragazzi viaggiavano insieme: avevano tra i 18 e 21 anni

Incidente tra Lazio e Campania
Vigili del Fuoco (foto Facebook)

È tragico il bilancio dell’incidente avvenuto nella serata di ieri tra la Campania e il Lazio, sulla Casalina. Il sinistro tra due auto si è verificato precisamente nel territorio del Comune di San Vittore del Lazio, in provincia di Frosinone. Le vittime sono quattro di cui tre giovani residenti nel Casertano.

Come riporta Il Mattino sono Carlo Romanelli di 18 anni, Matteo Simone di 19 e Luigi Franzese di 21. Erano residenti a Mignano Montelungo, tra gli ultimi paesi campani prima del Lazio. I ragazzi viaggiavano a bordo di una Alfa Mito che si è scontrata con una Fiat Idea. Anche il conducente di questa, un 52 enne, è morto nell’impatto. Uno dei ragazzi è deceduto dopo il trasferimento al Santa Scolastica di Cassino con l’elicottero.

L’incidente è avvenuto in direzione di San Pietro Infine. Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco, l’Ares 118 e i carabinieri della Compagnia di Cassino. Le prime notizie lanciate avevano riportato che l’uomo a bordo della Fiat dopo l’impatto era ancora vita ma è morto successivamente al trasferimento in ospedale.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Denise Pipitone, il test del Dna dà un primo risultato: i dettagli

Incidente tra Lazio e Campania, i ragazzi erano studenti a Cassino

Incidente tra Lazio e Campania
Getty Images

I militari sono a lavoro per capire quali sono state le causa che hanno provocato la tragedia nella notte di Pasqua, perché i quattro erano in viaggio e cosa ha causato il sinistro. La strada teatro dell’impatto è nei pressi della rotonda che conduce al centro di San Vittore, San Pietro Infine e verso gli altri paesi casertani.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Napoletani scomparsi in Messico, condannati due poliziotti

I ragazzi erano tutti studenti a Cassino ed è probabile che stessero tornando a casa per festeggiare la Pasqua. C’è sconforto nell’intera comunica campana, tra amici e parenti, ma anche tra i colleghi dei giovani universitari.