Covid, Campania verso la zona arancione dopo Pasqua

Covid, per la Campania è probabile la zona arancione da martedì 6 aprile. Sarebbe l’unica regione a cambiare colore

Covid Campania zona arancione
Covid, la Campania torna in zona arancione. Attesa per la firma di Speranza (Getty Images)

Dopo settimane di zone rossa, domani si dovrebbe decidere per la Campania il cambio colore e il ritorno nella zona arancione dal 6 aprile. Condizionale d’obbligo in attesa delle decisioni da Roma dopo il monitoraggio dell’Istituto Superiore di Sanità e il Ministro della Salute retto da Roberto Speranza. Il ministro, su indicazioni della Cabina di Regia, firmerà le nuove ordinanza dove confermerà o farà cambiare colori a Regioni e Provincie Autonome. La tendenza dovrebbe essere quella di lasciare tutto immutato e il cambiamento riguarderebbe solo la Campania.

I dati sono i leggero miglioramento. I numeri riportano un calo anche se purtroppo ancora troppo lento, ma basterebbero per far tornare la regione in zona arancione e sarebbe l’unica. Secondo quanto emergo già ieri da martedì 6 aprile tutte gli altri territori resteranno nel colore che hanno adesso. Solo la Campania farà un piccolo passo avanti da rosso ad arancione.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus, il bollettino del 31 marzo

Covid, Campania arancione: cosa cambia per gli spostamenti e i commercianti

Napoli, Port’Alba (foto Pixabay)

Dal 3 al 5 aprile tutta l’Italia sarà zona rossa. Dal 6 aprile otto Regioni resteranno rosse per altre due settimane e per cambiare dovranno quindi forse aspettare il 20 aprile. Qualche speranza di entrare in zona arancione è del Veneto e della Provincia Autonoma di Trento che potrebbero cambiare fascia dal 13 aprile. In uno scenario rosso si collocano Valle d’Aosta, Piemonte, Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia, Puglia, Lombardia e Toscana con almeno 250 contagio ogni 100mila abitanti.

Se la Campania dovesse entrare in zona arancione com’è probabile, si potrà uscire all’interno del proprio Comune senza l’autocertificazione che sarà invece necessaria per andare in un Comune diverso dal proprio per motivi di salute, lavoro e necessità.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Costiera Amalfitana, sequestro di una villa di lusso per abusi edilizi

Per quanto riguarda le attività commerciali, bar, ristoranti, gelaterie e pasticcerie restano aperte solo per l’asporto dalle 5 alle 22 e le consegne senza limiti di orario. Anche in zona arancione è in vigore il coprifuoco dalle 22 alle 5: in queste ore si potrà uscire solo per motivi comprovati con l’autocertificazione. Sarà sempre consentito rientrare presso il proprio domicilio o residenza.