Concorso Campania sbloccato, via libera dal Consiglio dei Ministri

Concorso Campania, nel decreto Covid il governo dà il via libera alle prove per le assunzioni pubbliche. Si parte dal mese prossimo

Concorso Campania
Anche il concorso della Campania può riprendere come prevede il decreto Covid (screen YouTube)

La pandemia aveva bloccato molti concorsi tra cui quello Ripam della Regione Campania. Nel decreto Covid approvato ieri dal Consiglio dei Ministri ecco lo sblocco per tante prove concorsuali.

Il decreto ha previsto una proceduta più semplificata per l’assunzione di personale non dirigenziale con una sola prova scritta e una orale. In alcuni casi però i test di selezione restano le stesse per avvocati, procuratori, docenti universitari, per le categorie di sicurezza e difesa, i prefetti e i magistrati.

Nei casi semplificati le prove dovranno durare massimo un’ora per limitare il tempo di sosta di persone in una sola struttura. Per consentire lo svolgimento della prova in sicurezza sarà obbligatorio per i candidati presentare la certificazione di un test antigenico con esito negativo effettuato entro le precedenti 48 ore.

Il governo ha fissato la data: dal 3 maggio 2021 potranno riprendere i concorsi sospesi come appunto quello Ripam e gli altri che dovevano partire ma sono rimasti solo su carta.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Covid, Campania verso la zona arancione dopo Pasqua

Concorsi, come si svolgeranno

Concorso (screen YouTube)

Sempre per garantire maggiore sicurezza, le prove si svolgeranno in più sedi in modo da limitare il più possibile gli spostamenti. Scontato l’obbligo di mascherine e distanza e saranno utilizzati maggiormente gli strumenti elettronici per avere meno contatti. Ogni candidato dovrà avere uno spazio di 4,5 metri quadri.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Costiera Amalfitana, sequestro di una villa di lusso per abusi edilizi

Nelle prove orali possibile lo svolgimento anche in videoconferenze. Tra le varie misure di sicurezza, dove possibile alcune prove potranno svolgersi anche all’aperto e le commissioni potranno essere suddivise in sottocommissioni. Tra le prove più attese c’è quella per i docenti a scuola.