Cuori, la nuova fiction Rai in uscita: cast e trama completa

Cuori, nuova fiction medical per la Rai questa volta ambientata nell’ospedale delle Molinette di Torino negli anni ’60

Cuori fiction
Cuori, fiction Rai (Screen Twitter)

La Rai punta ancora su una serie medical. È intitolata Cuori (inizialmente doveva essere Cuori coraggiosi) ed è ambientata nella Torino degli anni ’60, precisamente presso l’ospedale delle Molinette. Per il periodo storico viene in mente Il paradiso delle signore, altra fiction di successo e infatti la serie è prodotta anche da Aurora Tv, la stessa che con la Rai ha realizzato la nuova serie.

Il regista è Riccardo Donna e tra i protagonisti ci sono Pilar Fogliati che veste i panni di una cardiologa e Daniele Pecci è è un primario mentre Matteo Martari è un cardiochirurgo.

I lavori sono cominciati più tardi del previsto e a causa del Covid hanno subito delle sospensioni. Le ripresa sono comunque cominciate a novembre scorso ed è intenzione della Rai mandare in onda la fiction prima dell’estate. A causa della nuova ondata di Covid non è escluso che purtroppo i tempi possano allungarsi ulteriormente. Gli episodi in programma sono sedici per un totale di otto appuntamenti.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Rocco Schiavone 4, in uscita anche su Amazon: la data e le clamorose anticipazioni

Cuori, il cast della nuova fiction

Cuori fiction
Matteo Martani in “Cuori”

Le storie di ogni singola puntata ruotano intorno alle vicende del personale ospedaliero e dei pazienti. Il nucleo principale sono i casi dei primi trapianti di cuore grazie a un gruppo di medici che otterrà rilevanza internazionale.

Nel cast è presente anche Neva Leoni (è un’infermiera) e Marco Bonini, uno dei medici. Andrea Gherpelli è il capo dei chirurghi e non mancano le suore con Carola Stagnaro che sarà suor Fiorenza.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Grammy 2021, annunciati gli artisti che si esibiranno domenica prossima

Le riprese avvengono presso il Lumiq Studios su ben 2000 metri quadri. Uno spazio enorme per un’ambientazione che ha richiesto 4 mesi per trasformare l’ospedale negli anni ’60 grazie allo scenografo Maurizio Zecchin.