Masako Katsura, chi è la donna del doodle di Google di oggi

Il doodle di Google, quest’oggi, celebra Masako Katsura: chi è la donna del biliardo ricordata dal motore di ricerca più usato al mondo.

Masako Katsura
Il doodle di Google di oggi, domenica 7 marzo (via Google)

L’immagine presente oggi sul motore di ricerca più utilizzato al mondo ricorda la prima donna a competere per un titolo internazionale nel mondo del biliardo. Nata a Tokio nel 1913, Google ha voluto ricordarla nel corso della gara con l’otto volte campione del mondo, Welker Cochran.

LEGGI ANCHE >>> Google, addio al tracciamento degli utenti: il nuovo sistema di pubblicità

La ragazza iniziò ad interessarsi a quello sport a soli 12 anni. Imparò le basi del gioco dal cognato, proprietario di una sala da gioco. All’età di 15 anni aveva già conquistato il titolo di campionessa del Giappone dello straight rail, una complessa variante della carambola.

A 19 anni, ormai, gareggiava solo in tornei maschili. Anche in questo campo, favorita dal fatto di essere ambidestra, raggiunse risultati notevoli. Il suo trasferimento negli Stati Uniti, avvenuto nel 1937, incrementò la sua fama. Le voci su questa donna avevano raggiunto anche l’otto volte campione del mondo, Welker Cochran. L’uomo aveva smesso da tempo, ma decise di sfidarla nella carambola a tre sponde. Si tratta di una versione ancora più difficile del gioco. L’immagine del Doodle di Google ricorda proprio quell’avvenimento.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Carosello Carosone, il film sul cantautore napoletano: trama e anticipazioni

Masako Katsura, la donna del biliardo celebrata dal doodle di Google

Masako Katsura
La prima donna a vincere nel mondo del biliardo (via web)

La donna riuscì a stupire il suo sfidante, tanto che Welker organizzò il Campionato del Mondo di biliardo nel 1952. In quell’occasione, Masako ebbe l’opportunità di affrontare i più importanti giocatori del mondo dell’epoca. Katsura si classificò settima nel torneo e vinse numerose sfide. Riuscì a dimostrare che il biliardo non è un gioco per soli uomini.

LEGGI ANCHE >>> Chi è Tecla Insolia: la co-conduttrice della finale di Sanremo 2021