De Luca in diretta: “Inevitabile la zona arancione, lavoriamo per l’acquisto di vaccini”

Il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ha parlato della situazione Covid sul territorio in diretta su Facebook: le dichiarazioni.

Diretta De Luca
Il presidente della Regione Campania durante la diretta (Screenshot)

La notizia della variante del Covid ritrovata in Campania, resa nota dalla Regione attraverso un comunicato, ha accresciuto il livello di allerta. In queste ore, quindi, si sta riflettendo sulle misure da prendere per contrastarne la diffusione sul territorio.

Questa mattina il presidente Vincenzo De Luca, in occasione dell’apertura del secondo lotto della Pinacoteca a Palazzo Pinto, nella città di Salerno, ha riferito della possibile decisione sul passaggio della Regione in zona arancione.

Nel corso del pomeriggio, poi, ha tenuto la consueta conferenza in merito alla situazione del territorio attraverso il proprio profilo Facebook ufficiale. Di seguito le dichiarazioni e la diretta video.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Il Vaticano contro i no-vax: “Saranno licenziati”

Campania, la diretta del presidente De Luca sulla situazione territoriale

Diretta De Luca
Le parole presidente della Regione Campania (Getty Images)

Il Governo Draghi è diventato pienamente operativo. Credo che sia da apprezzare lo stile del premier, scarno e semplice. La politica politicante ha stancato con l’orientamento verso il tweet e le polemiche continue. Abbiamo avuto una discesa dello spread che vuol dire risparmio”, ha dichiarato il presidente De Luca.

“Bene l’impegno per lo snellimento della burocrazia, ma dobbiamo vedere alla prova dei fatti quello che verrà fuori. Quello che mi pare più problematico è quello che riguarda il mezzogiorno. Non mi convince una lettura che sottolinea solo la presenza di poteri criminali ed inefficienza amministrativa. Queste cose ci sono e sono state tra le ragioni del ritardo del Sud, ma adesso il Sud è anche altre cose. Abbiamo elementi di grande efficienza, anche a livello istituzionale e la Campania è tra questa. Lo abbiamo dimostrato nella gestione del Covid, nella capacità di spesa, possiamo competere con tutti gli altri. Dobbiamo dire agli amici del Nord che le misure destinate al Sud, ritornano su. Abbiamo tutti interesse ad avere un programma di rilancio dell’Italia che sia equilibrato. Superare il divario tra Nord e Sud è nell’interesse del Paese”.

LEGGI ANCHE >>> Covid, cambiano i colori delle regioni: mezza Italia rischia l’arancione

“Una delle cose che vorremmo chiarire, oltre gli investimenti del fondo europeo, è quello relativo agli sgravi fiscali delle imprese del Sud perché l’Inps fa resistenze. Chiederemo che si proceda rapidamente. Resta sullo sfondo anche il tema della sanità e la lotta alla pandemia”, ha spiegato Vincenzo De Luca. “Le scelte nazionali sono state diverse da quelle che noi avremmo fatto come Regione. Il Governo precedente ha scelto la logica delle mezze misure e della rincorsa all’epidemia. A mio parere questa logica continuerà a produrre incertezze e metterà a dura prova il sistema nervoso degli italiani. I controlli sono diventati ormai inesistenti!”.

“In questa situazione è inevitabile tornare in zona arancione e se non si fa attenziona si rischia la zona rossa. Avremmo dovuto produrre noi stessi i vaccini, adesso siamo in balia delle case produttrici. Stiamo completando la Fase 1, ma arriveremo solo a fine febbraio a completare la vaccinazione per il reparto socio-sanitario. Contemporaneamente è partita la vaccinazione degli ulta 80enni, ad oggi abbiamo già somministrato loro 15mila dosi. In Campania sono soltanto 105mila le persone vaccinate con prima e seconda dose”.

Le parole di De Luca

Se andiamo avanti con questo ritmo, a causa dell’insufficienza delle dosi a disposizione, ci metteremo due o tre anni per completare la vaccinazione dei nostri concittadini. Questo ci espone al pericolo delle varianti, sarebbe un problema drammatico. Ci stiamo muovendo sul piano internazionale per acquistare alcuni milioni di dosi di vaccino, in condizioni di sicurezza”.

Sulle situazioni riguardanti il territorio campano: “La prossima settimana presenteremo un treno nuovo messo a servizio della Cumana. Partita anche la gara per l’acquisto di 50 autobus. Nel mese di marzo sarà presentato il programma del Napoli teatro festival. A Salerno c’è una bella mostra, ma anche a Capodimonte di Paolo Lamotta“.