Liliana Segre: “Non ho nulla da dire a chi odia”

Liliana Segre è stata bersaglio di insulti sui social. Il motivo è legato alla vaccinazione effettuata dalla senatrice, alla quale si è sottoposta ieri.

Liliana Segre
La senatrice Segre non commenta gli insulti ricevuti(Getty Images)

Poche ma lapidarie parole utilizzate da Liliana Segre. “Cosa rispondere agli insulti e alle minacce per il vaccino? Non ho nulla da dire a chi odia” queste le parole riprese da Adnkronos, che ha voluto sentire la diretta interessata sulla questione.

Leggi anche-> Liliana Segre si vaccina contro il Covid-19: la somministrazione a Milano

La senatrice a vita si è sottoposta ieri a Milano alla vaccinazione. In pochi minuti sono rimbalzati sulla rete insulti e minacce. Commenti irrispettosi e irripetibili, sulle quali si spera possa indagare la magistratura.

Liliana Segre: “Contenta di essermi vaccinata”

La senatrice Segre si sofferma poi sul vaccino: “Sono contenta di averlo fatto. E’ normale che una persona in tempo di pandemia voglia curarsi. Ho fatto quello che farebbe ogni persona di 90 anni”.

Leggi anche-> Liliana Segre, dopo il vaccino arrivano le minacce: odio razziale sul web

Infine un obiettivo perseguito da molti in questo periodo: “Cerco la normalità, così come tutti . E’ una cosa bella, la cerchiamo tutti”. Un messaggio di speranza in un momento molto difficile.

Dalla testimonianza nelle scuole alla scorta

Liliana Segre
Il discorso della Segre al Parlamento Europeo (Getty Images)

Liliana Segre è una delle tante vittime delle deportazioni nei campi di concentramento. Dopo un silenzio durato molti anni, ha deciso di testimoniare e trasmettere un messaggio forte nella lotta all’antisemitismo e al razzismo.

Nel 2018 viene nominata senatrice a vita del presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Ha proposto la Commissione, poi attuata, contro le intolleranze e l’antisemitismo con l’obiettivo di contrastare contro tali fenomeni.

Dal 2019 vive sotto scorta, a seguito delle continue minacce sui social e nella vita reale. E’ intervenuta anche al Parlamento Europeo, dove ha ricevuto una lunga ovazione dai parlamentari. Ultimamente si è proposta come testimonial per la campagna vaccinale della Regione Lombardia.