Smartphone vietati ai minori, ok della sottosegretaria Zampa

Smartphone vietati ai minori, Sandra Zampa è favorevole alla proposta del senatore di Forza Italia Andrea Cangini

Smartphone
Getty Images

La morte della bambina a Palermo dopo una challage su TikTok ha riacceso il dibattito sulla pericolosità degli smartphone se utilizzati in modo sbagliato soprattutto dai più piccoli che possono non percepire il pericolo.

Dopo gli ultimi tragici fatti il senatore di Forza Italia Andrea Cangini ha proposto di vietare l’uso degli smartphone ai minori di 14 anni. La Sottosegretaria alla Salute Sandra Zampa si è detta favorevole a una regolamentazione in tal senso.

Rispondendo alle domande del quotidiano Il Giorno, ha affermato che serve un tavolo guidato dalla Presidenza del Consiglio per stabilire alcune regole come, appunto, l’età minima per possedere un cellulare.

Ha detto chiaramente di essere favorevole alla proposta di Cangini facendo un paragone: per guidare l’auto ci vuole la patente ed è insensato che “per usare il cellulare non ci siano limiti in base all’età”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Covid Italia, Ricciardi: “Serve il lockdown”

Smartphone, Zampa: “Sono più potenti delle automobili”

de lucaZampa
La sottosegretaria Zampa (Getty Images)

C’è bisogno di limitare la connessione a determinate app perché, aggiunge la Sottosegretaria, i bambini “non possono passare la notte a chattare, vanno tutelati”. La legge non deve però solo stabilire solo a che età si può avere uno smartphone. Non dispiace l’idea di collegare l’iscrizione allo Spid ma bisogna anche dare più poteri alla polizia postale.

Il tavolo per discutere di temi delicati come questi deve mettere insieme “il garante nazionale dell’infanzia, il garante della privacy, l’autorità delle telecomunicazioni”, ma anche i psichiatrici, insegnanti, genitori e aziende tecnologiche. Necessarie anche pesanti sanzioni contro chi produce contenuti pericolosi per i minori.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Asia Argento, clamorosa rivelazione: “Sono stata abusata da lui”

Zampa infine sostiene anche di essere favorevole al divieto dell’uso dei cellulari a scuola che va consegnato all’ingresso e ripreso all’uscita.