Napoli, vincere per scacciare le voci: Gattuso rischia lo spogliatoio

Il Napoli di Gattuso adesso deve vincere e convincere: l’allenatore rischia di perdere il controllo sullo spogliatoio dopo le ultime partite.

Napoli
Gattuso (Getty Images)

Il Napoli esordisce in Coppa Italia da campione in carica contro l’Empoli allo stadio Diego Armando Maradona. La formazione toscana finora ha battuto Renate, Benevento e Brescia nel torneo fino a questi ottavi di finale contro gli azzurri partenopei. L’allenatore Gattuso manda in campo tanti calciatori che finora hanno avuto poco spazio, soprattutto in campionato: Meret, Rrahmani, Ghoulam, Demme, Lobotka, Elmas. In campo anche Politano e Petagna, che nelle ultime settimane hanno trovato maggiore spazio anche a causa di alcuni infortuni. Dopo la sconfitta in casa contro lo Spezia è arrivata soltanto la vittoria in trasferta a Udine, tre punti conquistati in campionato all’ultimo respiro con un goal di testa di Bakayoko. Tra le mura amiche adesso è il momento di tornare a vincere, magari anche a convincere.

LEGGI ANCHE –> L’esito del tampone coronavirus di Osimhen

Napoli, adesso tocca vincere: Gattuso rischia lo spogliatoio

Napoli
(Getty Images)

A poche ore dalla partita di Coppa, l’edizione odierna de La Gazzetta dello Sport ha reso noto un retroscena legato alla gestione dello spogliatoio. L’equilibrio nell’ambiente Napoli è diventato precario, soprattutto a causa di certe uscite di mister Gattuso nei confronti della squadra. Queste dichiarazioni non sono andate giù ad alcuni calciatori, accusati di essere poco attenti e concentrati di fronte agli avversari. La difesa azzurra è la meno battuta della Serie A (con Juventus e Verona), ma subisce goal da otto partite. Spesso a causa di errori dei singoli. I giocatori sono contrariati – sottolinea il quotidiano – ma una vittoria stasera potrebbe portare una ventata di serenità nello spogliatoio. Gattuso rischia di perdere il controllo, ma il suo carattere è sempre stato manifesto a tutti: arrivare anche allo scontro con i calciatori che non danno il massimo. Impegno e concentrazione è tutto ciò che chiede ai suoi, al di là del risultato in campo.

LEGGI ANCHE –> Calciomercato Napoli, ADL blocca la cessione: era fatta per il trasferimento