Avellino, torna in carcere con droga in intestino: condizioni gravi

Avellino, dopo un permesso è rientrato con 17 ovuli nascosti e uno si è aperto: ricoverato in terapia intensiva

<> on March 15, 2017 in Wrexham, Wales.

Aveva avuto un permesso, poi è rientrato in carcere ad Avellino e si è sentito male. Nell’intestino aveva diciassette ovuli di droga e uno di è aperto. Il detenuto è stato trasportato in terapia intensiva ed ora rischia la vita.

La notizia è stata data dai segretari dell’Osapp, i sindacalisti Vincenzo Palmieri e Luigi Castaldo. L’episodio arriva a poche ore da un altro che ha riguardato sempre un tentativo di introdurre la droga nella casa circondariale irpina.

Due persone che erano entrate in carcere per i colloqui avevano camuffato cinque cellulari e degli stupefacenti. I primi (tra cui uno smartphone) erano stati nascosti in un doppiofondo di un contenitore di melenzane sott’olio. Un’altra persone aveva invece consegnato un polpo da dare a un detenuto e nella testa sono stati trovati 100 grammi di droga.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Carcere di Avellino, cellulari nascosti nel cibo e droga in un polpo

Avellino, sindacati Polizia Penitenzia: “rivedere i benefici”

Palmieri e Castaldo hanno commentato che con questi ultimi interventi è stato sventato un droga Party dell’Epifania. Come già raccontato in altri episodi, nel carcere di Avellino in particolare si stanno verificando molti casi di tentativi per introdurre soprattutto cellullari.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Carcere di Avellino, cellulari nascosti nel cibo e droga in un polpo

Gli interventi della Polizia Penitenziaria stanno impedendo ai detenuti di entrare in possesso dei dispositivi per comunicare con l’esterno, utili probabilmente per continuare a gestire gli affari illeciti.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Morgan De Sanctis, incidente per l’ex portiere: situazione delicata

I due sindacalisti invitato a riflessioni su modifiche legislative in materia di benefici perché alcuni detenuti, nonostante i permessi, continuano a commettere reati come in questo caso dove un uomo ha messo a repentaglio la propria vita.