I botti di Capodanno rompono i vetri della scuola Baccini-Mazzini di Napoli

I botti di Capodanno hanno distrutto i vetri della scuola Baccini-Mazzini del quartiere Avvocata di Napoli

A causa dei botti di Capodanno sono andati distrutti i vetri della scuola Baccini-Mazzini nel quartiere avvocata di Napoli. Nonostante gli appelli delle autorità per un festa tranquilla, nel rispetto di chi ha perso la vita nel corso della pandemia, in alcune zone della città si è data vita ad eccessivi spettacoli pirotecnici.

LEGGI ANCHE—> Covid, in arrivo nuova stretta: l’annuncio del viceministro Sileri

I botti di Capodanno rompono i vetri della scuola Baccini-Mazzini: corsa alla riparazione

Capodanno Botti

I botti hanno frantumato i vetri del plesso che ospita le primarie e scuole dell’infanzia in vico Lepre ai Ventaglieri. “Qualcuno si è divertito con i fuochi a Capodanno 2021, distruggendo tutti i vetri della scuola Baccini-Mazzini ai Ventaglieri”, ha commentato Francesco Chirico, presidente della Municipalità II di Napoli che comprende i quartieri di Avvocata, Montecalvario, Mercato, Pendino, Porto e San Giuseppe.

LEGGI ANCHE—> Campania, la scuola ripartirà in modo graduale: l’ordinanza di De Luca

Il danno costringe ad una riparazione in tempi record, in vista della possibile riapertura delle scuole nei prossimi giorni, per consentire la messa in sicurezza della struttura. Intanto, in merito al rientro in classe, il governatore De Luca ha annunciato: “Il ritorno graduale nelle scuole a partire da lunedì 11 gennaio”.