Campania, le seconde elementari tornano in classe: l’ordinanza

In Campania il mondo della scuola prova a ripartire. Arriva una novità: le seconde elementari potranno tornare in classe.

Coronavirus Campania scuola
Il Comunicato Stampa della Regione Campania (Regione Campania)

Uno dei temi più discussi di questa emergenza di Covid-19 riguarda il mondo della scuola. La posizione del Governo è stata quella di garantire le lezioni in presenza ai ragazzi per quanto possibile. La linea della Regione Campania, invece, ha assunto altre sfaccettature. L’idea del presidente De Luca e l’Unità di Crisi, infatti, è quella di tornare ad una tranquillità dal punto di vista epidemiologico per poter consentire agli studenti il rientro in classe.

La ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, per le varie decisioni del presidente della Campania ha sempre criticato questa tendenza. Proprio ieri, nel corso di un’intervista ai microfoni de La7 ha rincarato la dose. Secondo la sua idea, i plessi scolastici andrebbero riaperti in Campania perché i ragazzi hanno potuto frequentare in presenza solo per pochissimi giorni. Oggi, però, è arrivato un comunicato stampa della Regione che va proprio in questa direzione.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus, il bollettino del 7 dicembre: 13.720 contagiati e 528 morti

Coronavirus, il comunicato stampa della Regione Campania sul mondo della scuola

Coronavirus Campania bollettino oggi
Bollettino Coronavirus Campania (Regione Campania)
Sulla pagina Facebook della Regione Campania si legge il comunicato dell’Unità di Crisi territoriale. “A seguito della riunione dell’Unità di Crisi, e sulla base della relazione tecnica che ha tenuto conto anche dei risultati dello screening sulla popolazione scolastica”, si legge nella nota, l’Unità di Crisi ha stabilito che “a partire dal 9 dicembre 2020, l’attività didattica in presenza dalla scuola dei servizi educativi dell’infanzia fino alla seconda classe della Primaria.
I vari comuni, ovviamente, potranno decidere autonomamente come agire a seconda delle varie esigenze territoriali. L’indicazione della Regione, però, fa sperare in un ritorno alla normalità in tempi non troppo lunghi.

LEGGI ANCHE >>> Azzolina contro De Luca: “I bambini in Campania hanno fatto solo 15 giorni a scuola”