Conte tra l’emergenza virus e le insidie del Mes: “Il governo non cadrà”

Il premier Conte in un’intervista a Repubblica non teme il voto in Aula sulle modifiche al salva Stati del 9 dicembre

conte mes
Giuseppe Conte (Getty Images)

Il Meccanismo Europeo di Stabilità torna tra le notizie di primo piano per le modifiche che saranno discusse ma nella maggioranza di governo non c’è l’accordo e qualcuno già paventa la fine anticipata dell’esecutivo. In un’intervista a Repubblica il capo del governo Giuseppe Conte prova a rassicurare. “Il governo non cadrà sul Mes” senza però nascondere i problemi che ci sono nella maggioranza.

Parla in modo diretto quando a chi ipotizza, o vuole, un rimpasto di governo, chiedendo di essere espliciti e di affermare cosa vogliono. Ricorda che il futuro voto non sarà per l’attivazione dell’osteggiato del fondo salva Stati ma per delle modifiche che definisce migliorative.

Nell’intervista al quotidiano tra i temi più importanti c’è il Recovery Fund che lunedì con tutti i ministri approverà il bilancio. I fondi del piano servono per combattere la pandemia e per questo il premier è convinto che non ci sarà nessuna caduta sul voto del 9 dicembre. C’è questa guerra da portare avanti e nonostante lo scetticismo del Movimento 5 Stelle, sostiene che ormai si stanno voltando ad essere più europeisti.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Conte: “Covid rischia di lasciare una frattura sociale profonda”

Renzi: “Se Conte perde su Mes deve dimettersi”

Conte nell’intervista ha lanciato una frecciatina a chi chiede rimpasti di governi riferendosi indirettamente a Matteo Renzi che in un’altra intervista, a La Stampa, ha detto che in caso di sconfitta sul voto il premier dovrà dimettersi. Il tema del rimpasto “è chiuso”, ma il leader di Italia Viva non si tira indietro, ancora una volta, per criticare pur se non in modo aspro il governo esprimendo dubbi sulla durata dell’esecutivo fino al 2023 “se questa è la squadra di governo”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Mes, Renzi alza la voce: “Se Conte va sotto deve dimettersi”