Covid, parametri su fasce di rischio vanno rivisti: la richiesta delle regioni

“I 21 parametri che definiscono le misure restrittive utili al contenimento del Covid vanno rivisti”: questo è quanto le regioni vogliono chiedere al governo

Covid Crisanti

Il vicepresidente del Friuli Venezia Giulia, Riccardo Riccardi, ha annunciato su Twitter: “Le Regioni chiederanno al governo di rivedere i 21 parametri per definire le misure restrittive utili al contenimento Covid-19”. C’è consenso unanime da parte delle regioni in merito alla questione legata alla modifica dei parametri che definiscono le fasce di rischio (gialla, arancione e rossa) a seguito della proposta di Fedriga, presidente del Friuli.

LEGGI ANCHE—> L’Istituto Pascale di Napoli cura i pazienti stomitizzati a casa con un’app

Covid, Toti: “Serve confronti Regioni-Governo”

Covid Aifa

Alla proposta fa eco il governatore della Liguria, Giovanni Toti, che spiega: “Servono criteri più trasparenti, semplici e aggiornati alla realtà delle regioni prese singolarmente. C’è bisogno di un serio confronto politico tra Governo e Regioni sulle misure da prendere in ogni territorio. Esse devono far capo anche alla situazione economica e sociale. Le regioni hanno inviato richiesta al governo stamane, prima delle valutazioni che in settimana definiranno nuovi passaggi di zona delle Regioni”.

Dei ventuno parametri utilizzati per determinare le zone di rischio di una determinata regione, quelli principali riguardano i casi sintomatici, i ricoveri, i casi nelle strutture sanitarie e socio-assistenziali, la percentuale di positivi rapportati ai tamponi, il tempo medio tra sintomi e diagnosi. Inoltre, si contano anche il numero di nuovi focolai e l’occupazione di posti letto rispetto all’effettiva disponibilità.

LEGGI ANCHE—> Sigarette di contrabbando, a Castel Volturno sequestrate 2 tonnellate