Sigarette di contrabbando, a Castel Volturno sequestrate 2 tonnellate

Sigarette di contrabbando, maxi operazione della Guardia di Finanza che nel Casertano ha arrestato quattro persone

SIGARETTE DI CONTRABBANDO
Foto Guardia di Finanza di Napoli

Il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Napoli, in particolare il Nucleo di Nola, ha portato a termine una vasta operazione anticontrabbando che ha portato all’arresto in flagranza di quattro persone. Una è stata denunciata a piede libero.

I finanzieri sono entrati in un capannone a Castel Volturno, in provincia di Caserta, e hanno sequestrato ben due tonnellate di sigarette di contrabbando marcate Winston. Le persone coinvolte sono un pregiudicato di 59 anni, due ragazzi incensurati di Napoli entrambi 31enni e un uomo di 56 anni di Napoli ma residente a Latina.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Campania, ritorno a scuola: al via prenotazione test per il personale

Sigarette di contrabbando, nel blitz contestati anche le violazioni di norme anti-Covid

C’è anche una quinta persona coinvolta per la quale è scattata una denuncia ma ora è a piede libero. Si tratta di un uomo di 41 anni di Napoli residente a Castelvolturno, già note alle forze dell’ordine perché ha in passato è stato autore di vari reati.

I contrabbandieri sono stati sopresi proprio mentre caricavano le sigarette da un camion su un due furgoni. Il mezzo che aveva trasportato la merce era un autoarticolato di una nota ditta di trasporti. Il conducente, per garantirsi una maggiore copertura, indossava anche una tutta della ditta.

Oltre i reati di contrabbando per i responsabili oltre ai resti di contrabbando sono state contestati anche quelli relative alla violazione del norme anti-Covid sia nazionali che regionali.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Controlli Nas in 232 Rsa: 37 irregolarità e e 11 persone deferite

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus, Azzolina: “Mi rivolgo agli studenti, non pagherete il prezzo dell’emergenza”