Coronavirus, il bollettino del 16 novembre: 27.354 contagiati e 504 morti

La Protezione Civile, come di consueto, ha riferito i dati sulla diffusione del Coronavirus in Italia: il bollettino del 16 novembre.

Coronavirus bollettino 16 novembre
Protezione Civile (via WebSource)

L’Italia, in queste ore, continua il contrasto al Coronavirus. Dall’inizio del mese di novembre, il Governo ha deciso di intervenire in maniera dura dividendo il Paese in tre zone. A seconda del grado di gravità della diffusione del contagio e sulla base di ben 21 fattori i membri dell’esecutivo e del Cts hanno individuato la zona gialla, quella arancione e la rossa.

I dati degli ultimi giorni, con cauto ottimismo, stanno facendo registrare una lieve inflessione della curva epidemiologica. Ieri, però, c’è stato un incremento dell’1% che è da tenere sotto controllo. Il numero dei morti, ormai da più di una settimana, si attesta ogni giorni tra le 500 e le 600 unità. Dati che, purtroppo, fanno tornare alla mente quelli di marzo ed aprile durante la prima ondata del virus.

Le festività natalizie, intanto, si avvicinano ed è sempre più probabile che non si faccia in tempo a riaprire per viverle serenamente. Anzi, gli esperti invitano alla massima cautela soprattutto in quel periodo per non doverci trovare poi a gennaio nella stessa condizione attuale.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus, il bollettino del 15 novembre: 33.979 contagiati e 546 morti

Coronavirus, il bollettino del 16 novembre nel dettaglio

Coronavirus bollettino 16 novembre
Il bollettino della Protezione Civile sulla diffusione del Coronavirus in Italia del 16 novembre (Protezione Civile)

Coronavirus, bollettino di oggi:

27.354 contagiati
• 504 morti
• 21554 guariti

Le strutture ospedaliere, nelle ultime 24 ore, hanno effettuato 152.663 tamponi. Il tasso di positività, tra ieri e oggi, purtroppo continua non voler diminuire. Oggi, infatti si registra un leggerissimo incremento: 17,9% (+0,5%).

Continuano a crescere le ospedalizzazioni in tutto il Paese: +70 per il dato riguardante le terapie intensive mentre c’è un +489 per ciò che concerne i ricoveri ordinari.

LEGGI ANCHE >>> Vaccino Covid, l’Ema annuncia: “Revisione accelerata farmaco Moderna”