Coronavirus, quali sono le regioni che rischiano la zona rossa

Coronavirus, questa mattina riunione del Cts che darà indicazioni al Ministero sulle decisioni da prendere. Rischia anche la Campania

Coronavirus Italia
Getty Images

La cabina di regia per l’emergenza doveva riunirsi già ieri ma su richiesta di alcune Regioni che ancora non avevano inviato i propri dati la riunione era stata rinviata ad oggi. Quello che emergerà sarà solo un parere che ha come base gli ormai famosi 21 parametri per stabilire la fascia di colore emergenziale dei territori.

La decisione spetterà al Ministro della Salute se cambiare fascia a una Regione, portandola in una più restrittiva o meno. Le Regioni che potrebbero lasciare la zona gialla per passare direttamente in rossa sono Campania, Veneto e Toscana. Stesso discorso per le due province autonome dell’Alto Adige che grazie all’autonomia bypassano la decisione del governo che le aveva inserite in zona gialla e diventano rosse.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus, l’infettivologo Galli: “Situazione fuori controllo”

De Magistris: “Campania rossa inevitabile, decisione tardiva”

Con il confronto di oggi “potremo capire quali regioni passeranno o meno in una situazione diversa”, ha detto il ministro per i Rapporti con il Parlamento Federico D’Incà in un intervento a Start su SkyTg24.

Secondo il governatore ligure Giovanni Toti i dati indicano che la sua regione può continuare a stare nella zona gialla. Ben diversa l’opinione del sindaco di Napoli Luigi De Magistris che vede la Campania in zona rossa come una decisione inevitabile e anche tardiva.

Il primo cittadino di Palermo Leoluca Orlando ha parlato di “strage annunciata” e si attende quindi la decisione per la Sicilia che con la Puglia è in zona arancione. Per quanto riguarda la Toscana ciò che potrebbe declassare da zona gialla a rossa, massimo arancione, è la situazione nelle Rsa.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Whirpool, protesta degli operai all’aeroporto di Capodichino – VIDEO