Buon compleanno a Maradona, il numero 1 dei numeri 10

Buon compleanno a Maradona, oggi l’eterno campione argentino compie sessant’anni. Tantissimi gli auguri di amici, tifosi e avversari

Maradona
Getty Images

Il mondo calcistico e sportivo in generale oggi festeggia il Maradona day, il sessantesimo compleanno di uno dei calciatori più amati e chiacchierati al mondo. L’ultimo sovrano di Napoli, regnante per 7 anni e mezzo da quel famoso 5 luglio 1984 quando Diego mise piede al San Paolo per la prima volta dopo un mese di trattativa con il Barcellona e i napoletani si recarono allo stadio pagando 3000 lire solo per vedere qualche palleggio.

Difficilmente si parla di Diego Armando Maradona senza far riferimento a quello che ha fatto e che non doveva fare, al “drogato”, al “cattivo padre” e a tutti gli aspetti poco esaltanti della sua vita al di fuori del terreno di gioco dove nella seconda metà degli anni ’80 ha stupito l’Italia e il mondo. Come se ogni uomo avesse una vita private pura e limpida.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus, Maradona in isolamento: il motivo

Buon compleanno a Maradona, il video del Napoli

Campione del Mondo con la sua amata Argentina nel 1986 in Messico, memorabili i due gol all’Inghilterra: quello ritenuto da molti il più bello della storia del calcio (la corsa dal centrocampo fino alla porta) e quello con la “mano de Dios” come lui stesso lo ribattezzò. Meno di un anno e nel maggio 1987 regalò ai napoletani il primo storico scudetto, poi una Coppa Uefa nel 1989 e il secondo titolo tricolore nel 1990.

Oggi la città partenopea lo celebra. Tantissimi i post sui social ma non solo dei tifosi. Ieri il tecnico del Napoli Rino Gattuso ha registrato un video per gli auguri, Franco Baresi, avversario di tante battaglie, ha postato una loro foto su Twitter ma l’elenco dei personaggi noti che gli hanno augurato buon compleanno è lungo e non finirebbe mai, come l’amore che Napoli ha per lui, ritenuto il numero 1 dei numeri 10.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> UFFICIALE – Napoli Primavera, risolto il contratto di Valoti: incarico a Stefanelli