Attentato a Quartu Sant’Elena, bomba sul retro del municipio

Attentato a Quartu Sant’Elena, in provincia di Cagliari. Una bomba artificiale è esplosa nella notte sul retro del municipio come 5 anni fa

Quartu sant'elena
Artificieri (foto facebook)

Tanta paura nel cuore della scorsa notte a Quartu Sant’Elena, territorio della Città Metropolitana di Cagliari, dove alle 3.45 è esploso un ordigno in via Venezia, sul retro della sede del Comune. La città il prossimo 26 ottobre sarà chiamata a eleggere il nuovo sindaco e c’è un analogia inquietante.

Anche cinque anni fa, alla vigilia del voto, scoppiò una bomba alle spalle del municipio. Nell’esplosione della scorsa notte non ci sono stati feriti. L’ordigno era posto su muretto e l’esplosione ha danneggiato una vetrata e una tapparella, provocato la rottura della recinsione di cemento dov’era posta la bomba. La polizia del commissariato di Quartu e la Digos sono intervenuti con gli artificieri che hanno rilevato pezzi dell’ordigno per studiarne la composizione.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Latina, violenza su una dodicenne: fermate tre persone

Attentato a Quartu Sant’Elena, esplosione nella notte

Tutta la zona del municipio ha vissuto momenti di terrore la scorsa notte quando l’esplosione ha svegliato tutti i residente. Il quotidiano L’Unione Sarda ha riportato la testimonianza di uno di loro, Luca Puddu, che ha dichiarato di essere stato svegliato dal fortissimo boato che ha impaurito tutta la zona.
Le indagini della polizia vertono sulla particolarità della sede e che il fatto sia avvenuto a pochi giorni dall’elezione per rinnovare il consiglio comunale della città ed eleggere il sindaco.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Boss di Acerra ucciso a maggio, presi i due killer

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Terremoto Grecia, scossa vicino le coste del Mar Ionio Meridionale