Latina, violenza su una dodicenne: fermate tre persone

Latina, la polizia ferma tre cittadini indiani accusati di abusi su una connazionale: erano ospiti a casa della vittima durante il lockdown

latina
Polizia (da Pixabay)

I fatti sarebbero accaduti durante la chiusura per la pandemia, tra marzo e aprile 2020, a Fondi. La polizia di Latina ha fermato tre persone su mandato emesso dalla Procura della Repubblica di locale. La vittima di violenza è una ragazzina indiana e i tre fermati sono dei connazionali.

L’indagine è partita dopo la denuncia della madre della dodicenne. I tre, che sono in attesa della regolamentazione per la loro permanenza in Italia, erano ospiti a casa della vittima a causa delle restrizioni governative. Avrebbero abusato sessualmente della ragazzina con con forza, in più occasioni, quando il padre era essenza per motivi di lavoro, obbligandole a non raccontare nulla.

La polizia ha ascoltato la ragazzina, in un ambiente protetto secondo i protocolli della Procura in casi del genere che coinvolgono minori per non far rivivere il trauma di quanto accaduto, riuscendo a ottenere una ricostruzione precisa dei fatti, supportati anche da visite mediche che hanno ulteriormente confermato i fatti e reso più chiaro il quadro investigativo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Lazio, coprifuoco dalle 24 alle 5: terza Regione in Italia, tutte le misure

Latina, violenza su una 12enne: si temeva che i tre potessero fuggire

A luglio i tre erano stati allontanati dalla casa ma non a causa delle violenze delle quali la famiglia non era ancora a conoscenza ma per altri motivi. Visti i riscontri avuti dalla polizia e dalla Procura nel corso delle indagini e il timore che i tre potessero fuggire anche perché ancora non regolari nel territorio nazionale, la Procura ha emesso il provvedimento.

Due delle persone coinvolte sono stati rintracciate a Fondi, vicini Latina, mentre il terzo era a Pordenone, arretato dalla squadra mobile locale. Tutti e tre sono stati tradotti nei carceri di competenza territoriale.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Boss di Acerra ucciso a maggio, presi i due killer