Vaccino Covid, morto un volontario di AstraZeneca in Brasile

In Brasile è morto un volontario che si era sottoposto al trial per il vaccino AstraZeneca/Oxford: i dettagli della sperimentazione anti Covid.

vaccino morto volontario
(Getty Images)

In Brasile è morto quest’oggi un volontario coinvolto nella sperimentazione clinica del vaccino anti Covid-19 sviluppato da AstraZeneca e Oxford. L’agenzia internazionale Reuters ha lanciato la notizia citando l’autorità sanitaria brasiliana Anvisa e l’università federale di San Paolo. Le fonti riferiscono che il decesso sia avvenuto in conseguenza della profilassi. La statunitense Bloomberg ha poi precisato che il volontario non aveva ricevuto una dose di vaccino contro il coronavirus, bensì soltanto il placebo.

Questo ha permesso di non fermare la sperimentazione, che altrimenti sarebbe stata sospesa per indagare le ragioni del decesso del volontario. Le uniche notizie riferite sull’uomo sono quelle legate alla sua nazionalità: era un brasiliano.

LEGGI ANCHE –> Unione Europea, annuncio sul vaccino anti Covid: firmato contratto con J&J

LEGGI ANCHE –> Vaccino coronavirus, Elon Musk contrario: “Neanche per i miei figli”

Vaccino Covid, morto un volontario in Brasile

Covid Vaccino
(Getty Images)

Piero Di Lorenzo, presidente del centro di ricerca Irbm di Pomezia che collabora con Oxford, ha confermato oggi che che le prime dosi del vaccino AstraZeneca arriveranno a dicembre. Entro fine novembre o inizio dicembre – spiega ai microfoni di Financial Lounge – la fase clinica della sperimentazione dovrebbe giungere al termine. Chiusa questa fase 3, sarà l’Agenzia europea del farmaco a dover validare la formula del vaccino. Solitamente la procedura richiede dodici mesi. In questo periodo di emergenza le procedure sono state di gran lunga velocizzate per permettere quanto prima l’immissione sul mercato. L’arrivo delle prime dosi di vaccino entro dicembre era già stata annunciate nei giorni scorsi dal Premier italiano Giuseppe Conte.

In Italia oggi si sono registrati oltre 15 mila contagi, i morti sono stati 127. Un trend in aumento che apre le porte alla prospettiva di un nuovo Dpcm in arrivo lunedì per bloccare la mobilità notturna ed i viaggi tra Regioni diverse.

LEGGI ANCHE –> Coronavirus Italia, il bollettino nazionale di oggi

LEGGI ANCHE –> Coronavirus, vaccino russo prenotato da 10 paesi: ordinate 200 milioni di dosi