Napoli, Bakayoko a Villa Stuart: visite mediche, poi la firma e la quarantena

Calciomercato Napoli, Tiémoué Bakayoko è arrivato a Villa Stuart per le visite mediche. Poi l’appuntamento alla Filmauro per la firma del contratto con il club azzurro.

Bakayoko
Bakayoko (Getty Images)

Gennaro Gattuso avrà il rinforzo che serviva a centrocampo per completare il reparto mediano del Napoli. Dopo l’addio di Allan in direzione Everton, gli azzurri hanno un nuovo centrocampista che possa recuperare il pallone e spezzare la manovra di gioco avversaria. Tiémoué Bakayoko, di proprietà del Chelsea, è sbarcato a Roma questa mattina per le visite mediche nella clinica Villa Stuart. La formula dell’operazione è quella di un prestito secco: il Napoli pagherà parte dell’ingaggio da 3,5 milioni di euro. 2 milioni corrisposti dal club di De Laurentiis per le prestazioni del calciatore fino a giugno. L’attuale tecnico del Napoli lo ha già allenato nella Milano rossonera nel corso della scorsa stagione. Il suo arrivo renderà più efficace il modulo 4-2-3-1 che ha in mente Gattuso, oltre a dare maggiore sostanza ad un centrocampo che rischiava di essere troppo leggero.

LEGGI ANCHE –> ULTIM’ORA – Juventus-Napoli, la decisione della Lega!

Bakayoko a breve firma con il Napoli

Napoli tamponi
Napoli (Getty Images)

La firma del nuovo contratto potrebbe arrivare arrivare già nel pomeriggio. Al termine delle visite mediche, il calciatore ex Milan incontrerà il presidente De Laurentiis e l’amministratore delegato azzurro Andrea Chiavelli per la firma. Poi ci sarà l’annuncio ufficiale. In serata o al massimo domani mattina – riferisce l’edizione online de La Gazzetta dello Sport – Bakayoko raggiungerà i nuovi compagni a Castel Volturno. Gli azzurri nel centro tecnico inizieranno la quarantena, così come è stato disposto dalla comunicazione della Regione Campania.

Una quarantena ordinata in seguito alle due positività all’interno della rosa partenopea: Piotr Zielinski ed Elif Elmas, contagiati dopo Napoli-Genoa. Questa sera la squadra era attesa all’Allianz Stadium di Torino, ma l’ASL ha bloccato la partenza. Il rischio è di una sconfitta a tavolino. Gli azzurri non possono lasciare i propri domicili, imposti 14 giorni di isolamento fiduciario.

LEGGI ANCHE –> Juventus-Napoli, l’avv. Grassani rompe il silenzio: le dichiarazioni