Covid Sardegna, Seui proroga il lockdown: chiusura fino al 7 ottobre

Non si arresta l’emergenza Covid-19 in Sardegna. Infatti Seui, paesino in provincia di Cagliari ha prorogato il lockdown fino al 7 ottobre.

Covid Sardegna
Prorogato il semi-lockdown a Seui (Getty Images)

L’emergenza Covid-19 in Sardegna si sta facendo sentire più che in altre regioni italiane. Infatti durante l’estate, l’isola sarda è una metà turistica ambitissima, e così nonostante l’emergenza sanitaria, grandi quantità di persone da tutto il mondo si sono insediate per trascorrere le vacanze. Noti sono i casi di Flavio Briatore e Silvio Berlusconi, entrambi positivi al Coronavirus e che hanno trascorso la loro vacanza sull’isola sarda.

Così al termine della stagione estiva, diversi paesini con poco più di 500 abitanti hanno optato per un lockdown. Una scelta obbligatoria, visto che quasi tutta la popolazione è entrata in contatto col virus. Tra questi paesini, il maggior numero di casi si sono verificati a Orune, Aidomaggiore, Gavoi ed appunto Seui. Proprio in quest ultimo paesino, da poco più di 1.250 abitanti il sindaco, Marcello Cannas, aveva imposto un lockdown fino al 4 ottobre. Nella giornata di ieri, lo stesso Cannas ha deciso di prorogare il lockdown fino al 7 ottobre, scopriamo il perchè.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Giacobbo rivela: “Col Coronavirus in terapia intensiva”. Il racconto del calvario

Covid-19 Sardegna, Seui allunga il lockdown: il motivo

Covid Sardegna
Proroga per il lockdown nel paesino sardo (Getty Images)

Il sindaco di Seui, Marcello Cannas, ha così deciso di prolungare il lockdown. Una scelta che deriva dai tempi di attesa per lo screening sulla popolazione. Infatti l’obiettivo del primo cittadino è quello di aver un “quadro definitivo“. E così, fino al 7 ottobre, continuerà lo stop a scuole, bar, cimiteri ed ai negozi non indispensabili.

Ovviamente insieme alla proroga del lockdown, resta in vigore l’obbligo della mascherina nelle aree pubbliche e private, oltre che al rispetto del distanziamento sociale ed il divieto di assembramento.

In una nota ufficiale rilasciata sul sito del comune, Cannas afferma: “Ci dispiace molto per le attività, ma in questo momento la salute pubblica ha un interesse superiore e dobbiamo procedere in questo senso“. Così Seui prolunga la serrata in attesa dei risultati dello screening su tutta la popolazione del piccolo comune.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Coronavirus, nuovo Dpcm: resta misura su mille presenze in stadi

L.P.

Per altre notizie di Cronaca, CLICCA QUI !