Giacobbo rivela: “Col Coronavirus in terapia intensiva”. Il racconto del calvario

Roberto Giacobbo, divulgatore e presentatore, ha svelato di aver vissuto la terapia intensiva a causa del Coronavirus.

Giacobbo Coronavirus
Roberto Giacobbo (Pagina Facebook Roberto Giacobbo)

Nella puntata di Verissimo che andrà in onda domani, 3 ottobre alle ore 16.00, sarà ospite Roberto Giacobbo. Il divulgatore e presentatore su Italia 1 di Freedom – Oltre il confine ha rivelato di aver vissuto il calvario del Coronavirus. Stando al suo racconto, infatti, la malattia lo ha portato fino al punto in cui necessitava della terapia intensiva.

L’incubo che sta affliggendo il mondo intero ha avuto ripercussioni sulla vita di tutti. Il virus, infatti, non fa distinzioni: proprio oggi anche Donald Trump ha contratto il Covid insieme alla moglie Melania.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Covid-19 Spagna, torna il lockdown a Madrid: è la prima capitale europea

Giacobbo racconta il calvario del Coronavirus

Giacobbo Coronavirus
Roberto Giacobbo (Pagina Facebook Roberto Giacobbo)

Nelle anticipazioni riportata da Il Corriere della Sera spuntano i dettagli della lotta condotta dal presentatore. Stando alle sue dichiarazioni, avrebbe contratto il virus nella fase più delicata della pandemia per l’Italia: il mese di marzo. Qualcuno mi ha trasmesso il virus, probabilmente mentre ero al supermercato”. La sua sfortuna è stata quella di una diagnosi sbagliata a causa di una laringite che avrebbe falsificato i sintomi. “Avevo la febbre alta e non stavo bene. Ho comprato addirittura un pulsometro per misurare l’ossigenazione del sangue”.

Il racconto prosegue con le fasi più delicate. “Una mattina ho sentito una maggiore difficoltà nel respiro e dopo poche ore l’ossigenazione era crollata. Sono corso in ospedale”. Il ricovero nella struttura è durato circa quaranta giorni, nei quali l’uomo ha pensato davvero al peggio. “Mi hanno tolto tutto, compresa la fede nunziale. Ho pensato che quella sarebbe stata l’ultima cosa che avrebbero avuto le mie figlie e mia moglie. Ho affidato il mio corpo completamente nelle mani dei medici, io potevo muovere solo gli occhi. Ero a un passo dalla fine. Il presentatore, però, ha rivelato anche di aver trasmesso il virus agli altri componenti della famiglia. La moglie ha riportato maggiori difficoltà, pur non necessitando del ricovero. Tra le figlie, invece, la situazione era la seguente: “la più piccola asintomatica, la seconda con la mancanza di gusto e olfatto, la più grande con febbre alta”.

Ora, fortunatamente, il peggio è passato. Adesso tutto è più bello, sono felice. Ogni respiro è più bello”. Una a storia a lieto fine dopo aver affrontato un vero e proprio incubo.