È morto Franco Verona, il signore delle penne stilografiche

Addio a Franco Verona, prima dipendente poi proprietario dell’azienda Aurora che ha prodotto penne esposte al museo

Franco Verona
Franco Verona (foto pagina Facebook Aurora Pen)

Addio a Franco Verona la cui storia sembra scritta da uno sceneggiatore di Hollywood, da dipendente dell’azienda a manager, poi proprietario.

Si è spento a novant’anni l’uomo dell’Aurora, l’azienda torinese di sessanta dipendenti le cui penne stilografiche sono diventate ironiche, segno di bellezza ed eleganza tanto da finire esposte al Moma di New York.

L’aziende è nata nel 1919 e Verona è entrato nel 1958. Lì cominciò la sua carriera che che ha portato il marchio in giro per il mondo. Basti pensare che l’export contribuisce al 53% di fatturato di un anno.

Pennini dorati fatti in modelli limitati come macchine pregiate da sfoderare in momenti particolari come la firma di contratti da milioni di euro. Simboli del tempo che fu nell’era digitale ma che conservano il loro fascino.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Napoli, festa San Gennaro ai tempi del Covid: la diretta – VIDEO

È morto Franco Verona, padre delle celebre penna Hastil

Da bambino seguì la madre che scappò dell’Italia per fuggire dalla persecuzioni razziali. Franco ancora giovanissimo tornò e a Torino entrò nell’Aurora alla quale diede un grande contributo che creazioni note in tutto il mondo: è il caso della penna cilindrica Hastil del 1970 e della sfera Thesi realizzata quatto anni dopo, entrambe esposte al Museum of Modern Art.

Oggi l’azienda è sotto la guida del figlio Cesare. Ricorda che il padre si è occupato di essa fino a qualche anno fa, nonostante l’età.

Un artista, Franco Verona. Così si può definire se le sue creazioni sono esposte in un museo e apprezzate per bellezza stilistica e fascino.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Usa, è morta Ruth Bader Ginsburg: addio al giudice icona diritti donneUsa, è morta Ruth Bader Ginsburg: addio al giudice icona diritti donne