Bollette, super bonus fino a ottobre: oltre 330€ a famiglia

Un nuovo bonus per contrastare il rincaro delle bollette è pronto in Italia: saranno stanziati oltre 330 euro per famiglia.

Il Governo Italiano è pronto ad implementare un nuovo bonus che servirà nuovamente per contrastare il rincaro delle Bollette nella penisola. Infatti i vertici hanno stanziato oltre 330 euro per famiglia: scopriamo come ottenerli e chi può richiederlo.

Bollette
Tutte le nuove agevolazioni per contrastare l’aumento di luce e gas (via WebSource)

Stando a quanto riportato da Il Sole 24 Ore, il Governo Italiano ha deciso finalmente di potenziare le misure previste contro gli aumenti di luce e gas almeno fino ad ottobre. Tra coloro che saranno avvantaggiati troviamo chi è affetto da grave malattia o che vivono con un malato. Tutti coloro che avranno questo requisito potranno usufruire di una speciale agevolazione. Infatti per il terzo trimestre del 2022, il Governo prevede di di rafforzare i bonus sociali e lo sconto in bolletta per le famiglie in condizioni di disagio economico o fisico.

In questo modo sarà possibile sterilizzare l’impatto degli ultimi rincari di luce e gas. A riportarlo è il Sole24Ore. Secondo il quotidiano la spesa media per i titolari delle agevolazioni non subirà particolari variazioni rispetto al trimestre precedente. Come hanno chiarito i vertici di governo tutti i beneficiari saranno retroattivi. Successivamente è stato reso noto anche l’innalzamento della soglia Isee, che sarà necessario per accedere all’agevolazione. Tutti coloro che supereranno la vecchia asticella prevista dal bonus (8.265 euro) potranno ricevere lo sconto.

Bollette, arriva lo sconto: le categorie di cittadini interessati

Bonus bollette 2022
Bonus elettrico, l’agevolazione per tutti i cittadini (Screenshot da Facebook)

Per tutti coloro che non raggiungono la soglia di 12mila euro, prevista da uno degli ultimi decreti licenziati dall’esecutivo, l’erogazione partirà da aprile poiché l’ampliamento dell’Isee è scattato a partire da questo mese. Inoltre in entrambi i casi per chi vuole ottenere l’agevolazione sarà necessario presentare la Dichiarazione sostitutiva unica (Dsu) ogni anno e ottenere un’attestazione di Isee che rientri nei limiti previsti dai bonus. L’alternativa è essere titolari di reddito/pensione di cittadinanza visto che, dal 1° gennaio 2021, i bonus sociali elettrico, gas e acqua per disagio economico sono riconosciuti automaticamente agli utenti che ne hanno diritto.

Mentre invece resta legato alla domanda tutti coloro che dovranno richiederlo per disagio fisico. Potranno quindi usufruire di questa tipologia di sconto in bolletta tutti coloro che soffrono di grave malattia o con fornitura elettrica e domiciliati con un soggetto affetto da grave malattia. La tipologia di apparecchiature è stato individuato con un decreto del 13 gennaio 2011. Quindi se ci saranno tutti i criteri, il bonus è cumulabile con quello legato al disagio economico.

Per quanto riguarda le integrazioni il valore del bonus elettrico dipende dal numero di componenti del nucleo familiare Isee indicati nella Dichiarazione sostitutiva unica. Coloro che hanno un nucleo familiare composto da 1-2 persone, la compensazione è pari a 110,4 euro, che si vanno a sommare al valore del bonus ordinario di 128 euro. Mentre chi fa parte di un nucleo familiare composto da 3-4 componenti, l’integrazione sale 134,32 euro (più il bonus di 151 euro). Infine per coloro che hanno una famiglia numerosa (oltre 4 componenti, l’importo della compensazione è di 157,32 euro (a cui si aggiungono i 177 euro del bonus.

Bollette, bonus fisico: tutte le informazioni

Il Governo ha previsto anche un bonus fisico secondo il quale la compensazione integrativa prevista per il bonus fino a 3kW per residente sarà di 36,8 euro se l’extraconsumo rispetto a un cliente tipo (2700 kilowattora annui) sarà inferiore ai 600 kWh/anno. Mentre è di 63,48 euro tra 600 e 1200 kWh annui e di 91,08 euro. Infine se l’extraconsumo supererà i 1200 kWh/anno (90,16 euro per le fasce di potenza da 4,5 kilowatt in su).

Queste integrazioni verranno integrate al bonus ordinario. Infatti per la fascia minima: 189 euro (fino a 3 kW); 229 euro (3,5 kW); 240 euro (4 kW) e 442 euro (da 4,5 kW in su). Per la fascia media: 311 euro (fino a 3 kW); 336 euro (3,5 kW); 347 euro (4 kW); 559 euro (da 4,5 kW in su). Per la fascia massima: 449 euro (fino a 3 kW); 460 euro (3,5 kW); 475 euro (4 kW); 676 euro (da 4,5 kW in su). Queste sono tutte le info riguardanti anche il Bonus fisico, che andrà ad aggiungersi al bonus potenziato fino ad ottobre.