Multa salatissima a tutti quelli che non rispetteranno quest’obbligo entro fine aprile

Arrivano brutte notizie per gli utenti: si rischiano multe salatissime se non si rispetta quest’o obbligo. Tutti i dettagli 

Brutte notizie per gli utenti che sono in possesso di auto, su di loro incombe una nuova scadenza.

spese condominio
Banconote di diverso taglio poggiate su un tavolo (via pixabay)

Segniamoci dunque questa data sul calendario: il 30 aprile. Chi circola da maggio potrebbe rischiare una multa salatissima se non si è proceduto ad effettuare la revisione. Tale scadenza, a seguito della pandemia era stata prorogata, il controllo sarebbe dovuto avvenire 10 mesi fa.
Infatti il Governo, recependo la direttiva UE 2021/267 del 16 febbraio 2021, aveva differito di 10 mesi le revisioni delle auto. Nel dettaglio la proroga faceva riferimento alle scadenze nei mesi compresi tra settembre 2020 e giugno 2021.

Il 31 marzo scorso è venuta meno la proroga per chi doveva fare la revisione entro maggio del 2021. Il 30 aprile prossimo si esaurisce la proroga per coloro che doveva fare la revisione nel giugno dello scorso anno.
Il proprietario di un autoveicolo deve revisionare l’auto dopo 4 anni dalla prima immatricolazione e poi dopo ogni due anni. L’ultimo giorno utile per effettuare la revisione è l’ultimo giorno del mese di immatricolazione. Dunque, questo significa che chi ha un vettura immatricolata 4 anni fa, ad aprile 2018, deve fare la revisione entro il 30 aprile.

Revisione auto, cosa si rischia in caso di inosservanza dell’obbligo

Bonus revisione auto 2022
Tutte le novità (Fonte: Pixabay)

Coloro che non adempieranno a tale obbligo rischiano una multa fino a 679 euro. La sanzione si decuplica per quelli che senza aver fatto la revisione commette un reato più grave. Nell’ipotesi di reiterazione di questa violazione oltre alla sanzione amministrativa potrebbe scattare anche la confisca del veicolo. Durante la verifica di revisione, saranno controllati non soltanto la presenza dei necessari dispositivi di sicurezza ma anche quelli che contribuiscono all’inquinamento ambientale. Come ad esempio: l’identificazione del veicolo, l’impianto di frenatura, gli assi, le ruote, gli pneumatici e le sospensioni.

Il costo della revisione auto è attualmente di 45€ presso la Motorizzazione Civile, che però necessita di una lunga fila di prenotazione. Invece a partire dallo scorso 1 novembre presso i centri privati è di 54,95 € a cui sommare IVA, diritti DMS e le commissioni di pagamento diritti DMS. Qualora la vettura non superasse il controllo, a quel punto l’esito è da ripetere. In tal caso si dovrà riparare la vettura, conservare la distinta di riparazione, e avremo un mese di tempo per sottoporla ad una nuova revisione. Sarà però necessario pagare nuovamente la tariffa.