Intesa San Paolo, attenzione a questa truffa: così vi svuotano il conto

Una nuova truffa sta colpendo un colosso come Intesa San Paolo. Attenzione a questa chiamata dal call center: come evitare il raggiro.

Sono tantissime le truffe in questo periodo che stanno colpendo i clienti dei più grandi istituti bancari. Stavolta tocca nuovamente agli inconsapevoli utenti di Intesa San Paolo. Andiamo a vedere come evitare il raggiro.

Intesa San Paolo
Il nuovo raggiro presente per i clienti dell’istituto bancario (Via Screenshot)

Oramai sono sempre più diffuse in rete le truffe che colpiscono i maggiori istituti bancari. Infatti non sembrerebbe esserci mai riparo nei confronti di questi raggiri. A peggiorare la situazione è il fatto che ad oggi la maggior parte delle transazioni finanziarie ora avviene tramite l’uso di uno smartphone o di un computer. Si va quindi a rinunciare al contante per favorire i pagamenti digitali. Questa evoluzione fa particolarmente piacere agli hacker, che sono pronti a colpire i conti bancari dei clienti più ingenui.

Ovviamente anche i grandi istituti bancari non sono immuni a questo tipo di raggiro. Tra queste c’è anche Intesa San Paolo che da mesi oramai è bersagliata da una nuova truffa chiamata phishing. Sono sempre di più infatti i clienti che si sono lamentati di vedere il loro conto improvvisamente svuotato tramite dei prelievi che in realtà non sono mai avvenuti. Questo tipo di raggiro, come abbiamo anticipato, viene chiamato phishing. Vale a dire che riceviamo una mail fittizia direttamente dal truffatore. Andiamo quindi a vedere nello specifico di cosa si tratta e come evitare il raggiro.

Intesa San Paolo, nuova truffa per phishing: il messaggio da evitare

Intesa Sanpaolo
Il nuovo raggiro a nome della banca italiana (Via WebSource)

Sono tantissimi i clienti di Intesa San Paolo che stanno ricevendo lo stesso messaggio truffaldino. Infatti gli hacker, spacciandosi appunto per l’Intesa San Paolo, fanno la seguente comunicazione al cliente: “Caro cliente, siamo spiacenti di informarti che abbiamo deciso di sospendere le tue operazioni sul nostro sito e sulla tua carta in quanto hai ignorato la precedente richiesta di conferma della tua identità e attivazione dei servizi DSP2 che è ormai lo standard europeo“.

Inoltre sempre lo stesso testo continua elencando tutte le complicazioni che ci saranno in caso di mancata conferma. Infatti nella mail si legge: “Per riutilizzare la tua carta, ti preghiamo di confermare le informazioni fornite sul nostro sito al momento della tua registrazione. La procedura può essere completata cliccando sul link sottostante, che la porterà al nostro sito nella sezione dedicata ai controlli. È richiesto un aggiornamento di un giorno. Vi ringraziamo in anticipo per il vostro tempo“.

Stando agli hacker se non verranno compilati questi campi, il cliente di Intesa San Paolo non potrà più: effettuare prelievi allo sportello automatico o al POS, effettuare ricariche, effettuare pagamenti online o su POS ed infine effettuare bonifici. In questi casi l’unico modo per sfuggire alla truffa è evitare di cliccare nei link presenti nel messaggio, eliminando la comunicazione e segnalandola alle autorità competenti.